>> SUPPLENZE ALL'ESTERO:

E' possibile essere chiamati a svolgere supplenze temporanee all'estero:
a) tramite inserimento in graduatorie relative ai posti di contingente statale all'estero oppure
b) come supplente fuori graduatoria oppure
c) tramite chiamata diretta da parte di scuole private straniere.

SUPPLENZE ALL'ESTERO NEI POSTI DI CONTINGENTE STATALE

I posti di contingente statale sono i posti di insegnamento attivati presso istituzioni scolastiche estere (scuole statali, scuole internazionali, scuole straniere con sezioni italiane, scuole private paritarie o legalmente riconosciute) e presso iniziative scolastiche all'estero (corsi di lingua e cultura italiana a livello elementare e medio). Sono escluse le Scuole Europee.
Quando le destinazioni sono di contingente statale, la copertura dei posti di insegnamento avviene mediante la selezione (per titoli ed esami) di docenti di ruolo della scuola statale italiana che vengono mobilitati all'estero.

La selezione dei docenti per i posti di supplente all'estero avviene tra quelli inseriti in una graduatoria specifica, definita in seguito all'emanazione di una apposita circolare da parte del Ministero degli Affari Esteri. Le graduatorie vengono costruite per titoli (culturali e didattici) e rimangono valide per tre anni scolastici.

Gli incarichi di supplenza hanno durata variabile in relazione al tipo di istituzione e il grado di scuola.

Le domande di inserimento in graduatoria, redatte in carta semplice secondo un modello prestabilito (disponibile online sul sito web del MAE), devono essere rivolte all'autorità responsabile delle graduatorie in cui si chiede di essere inseriti e devono essere spedite al Consolato o Ambasciata competente per territorio.
Nell'elenco dei posti di contingente statale è possibile verificare a quale Consolato o Ambasciata fa capo l'istituzione scolastica prescelta e le classi di concorso relative agli insegnamenti attivati.
E' consentito presentare domanda di inserimento in tutte le classi di concorso per cui si ha titolo a insegnare mentre non si potrà scegliere più di due circoscrizioni consolari (= frazione di territorio di uno stato estero in cui opera un Consolato italiano o un'Ambasciata Italiana).
Le domande devono essere inviate a mezzo di raccomandata entro la stessa data di scadenza sia per le istituzioni scolastiche che seguono il calendario boreale sia per quelle che seguono il calendario australe.

SUPPLENZE ALL'ESTERO FUORI GRADUATORIA

E' possibile presentare apposita domanda documentata per fare parte di contingente di aspiranti supplenti fuori dai posti di graduatoria.
Il dirigente scolastico o il Console attingeranno a questo contingente quando nessun aspirante supplente inserito in graduatoria (nemmeno nelle circoscrizioni consolari vicine) è disponibile.

Le domande vanno redatte senza utilizzare uno specifico modello di riferimento (si può utilizzare come fac-simile il formulario di domanda di inserimento in posti di contingente statale) e vanno inviate al Dirigente scolastico oppure al Console in qualunque momento dell'anno.
Potrebbe risultare utile inviare le domande dopo la pubblicazione delle graduatorie definitive da parte del Ministero degli Affari Esteri, in modo da conoscere eventuali sedi con graduatorie poco numerose o addirittura andate deserte (le sedi meno richieste sono l'America del Sud, alcune nazioni dell'Africa e l'Europa dell'Est).

SUPPLENZE ALL'ESTERO PRESSO SCUOLE E INIZIATIVE SCOLASTICHE PRIVATE (fuori dal contingente statale)

E' possibile inviare un proprio curriculum e una domanda di assunzione alle scuole private italiane operanti all'estero (esiste un elenco consultabile sul sito del Ministero degli Esteri). Nel caso di iniziative scolastiche private (corsi di lingua e cultura italiana) inviare la domanda presso i Consolati.

Non esistono scadenze prestabilite. Tutti i contatti per l'eventuale assunzione saranno presi direttamente dai gestori delle scuole.

PER APPROFONDIMENTI E INFORMAZIONI

MAE, Ministero degli Affari Esteri - sezione Istituzioni scolastiche. La pagina indicata contiene informazioni sulla destinazione all'estero per supplenze (il box "Approfondimenti" - nella parte destra della pagina - contiene tutte le informazioni di corredo necessarie per approfondire l'argomento)

URP, Ufficio per le Relazioni con il Pubblico del Ministero degli Affari Esteri - è un servizio di comunicazione con i cittadini istituito dal MAE
PER INFORMAZIONI: relazioni.pubblico@esteri.it

>> LETTORATI ALL'ESTERO

Nell'ambito delle iniziative di promozione della cultura italiana nel mondo, il Ministero degli Affari Esteri seleziona periodicamente personale da destinare a incarichi di lettore di italiano presso università straniere.
Il lettore di italiano all'estero lavora in stretta collaborazione con i docenti di italiano dell'università straniera e dipende dall'Ufficio consolare o dall'Ambasciata di pertinenza.
Deve provvedere alla gestione della didattica assegnata (corsi e preparazione del relativo materiale, seminari, tutoring e consulenza studenti), dei contatti con i docenti di altre facoltà, dei rapporti con le scuole, istituzioni culturali locali, editori e così via, per un totale di 36 ore a settimana.

MODALITA' DI ACCESSO

Ogni tre anni con decreto Interministeriale (Ministero degli Affari Esteri e Ministero della Pubblica Istruzione) vengono indette le selezioni (per titoli ed esami) per la formazione e l'aggiornamento di graduatorie permanenti per il personale della scuola con contratto a tempo indeterminato da destinare all'estero.
I candidati che risulteranno idonei acquisiranno il titolo professionale di accertamento della conoscenza della lingua straniera, valido per i successivi nove anni scolastici.

Il lettore di ruolo viene selezionato dalle graduatorie permanenti mentre il lettore con incarico locale viene selezionato direttamente dalle Università straniere tra coloro che si sono autocandidati inviando una lettera di presentazione con un dettagliato curriculum vitae (sia in italiano sia nella lingua locale o veicolare) alle università straniere dove si insegna l'italiano (per reperire queste informazioni occorre cercare i dipartimenti di italiano e le sezioni di italiano nei dipartimenti di lingue europee o moderne delle università del paese).

DURATA DEL SERVIZIO ALL'ESTERO

Il personale destinato all'estero non può prestare servizio per più di tre periodi, ciascuno di cinque anni scolatici o accademici. Occorre in ogni caso che questi periodi siano intervallati da almeno tre anni di servizio effettivo sul territorio nazionale (ad eccezione delle scuole europee, per le quali la durata del servizio è stabilita in 9 anni). La durata minima della permanenza all'estero è pari a 3 anni (salvo casi di gravi motivi oppure di ragione di servizio).

REQUISITI

I lettori di ruolo sono selezionati tra i docenti con contratto di lavoro a tempo indeterminato. Sono ammessi i docenti di italiano nelle scuole secondarie di primo e secondo grado e i docenti di lingue straniere delle scuole secondarie di primo e secondo grado che, nell'ambito degli studi universitari, abbiano superato almeno due esami di lingua e/o letteratura italiana.
E' richiesta la completa padronanza di almeno una lingua tra francese, inglese, spagnolo e tedesco.

LINK UTILI

MAE, Ministero degli Affari Esteri - Sezione dedicata alle Istituzioni scolastiche italiane all'estero. E' una raccolta ordinata di tutte le ultime notizie in materia di insegnamento all'estero. Dalla sezione "Pubblicazione graduatorie permanenti" si può accedere alle informazioni relative alle ultime graduatorie pubblicate

MAE, Ministero degli Affari Esteri - Sezione dedicata ai Lettorati d'italiano presso le università straniere

URP, Ufficio per le Relazioni con il Pubblico del Ministero degli Affari Esteri - è un servizio di comunicazione con i cittadini istituito dal MAE

ITA.L.I, ITAlianistica e Lingua Italiana, centro Studi Onlus per la Diffusione della Lingua e Cultura Italiana nel mondo - il sito del centro raccoglie numerose informazioni sulle professioni che riguardano l'insegnamento dell'italiano all'estero