Colchester 1° Turno

Diari di Bordo

3 Luglio – Day 1

Il racconto dei nostri group leaders!

“Dopo il fantastico viaggio e l’incontro con le nostre famiglie, oggi, salutati dal sole, ci accingiamo a vivere la nostra avventura “inglese”. Abbiamo iniziato con il test e presto scopriremo i sapori del nostro delizioso packed lunch. Nel pomeriggio è previsto il tour d’orientamento a Colchester. Nei prossimi giorni condivideremo con voi le foto e i nostri racconti! Seguiteci!!”

A presto,

I Group Leaders – Sara e Francesco

4 Luglio – Day 2

La mattina scuola, il pomeriggio shopping!

“Questa mattina le famiglie ci hanno accompagnato in college dove abbiamo fatto il test d’ingresso ed esaminato il regolamento. Dopo una seria mattinata siamo passati al divertimento! Nel pomeriggio abbiamo visitato l’esterno del castello e le vie principali di Colchester dove sicuramente diventeremo “pazze per lo shopping”! 
Al rientro, in college ci stavano aspettando le nostre famiglie che ci hanno portato a casa, dove ci aspettava una tipica cena inglese.”

B & M

Ecco le prime foto dei nostri giramondo a Colchester! Guarda la galleria:

5 Luglio – Day 3

La sfilata delle mummie!

“Oggi dopo l’interessante lezione d’inglese e il lunch siamo andati ai giardini a giocare a calcio, eravamo con due ragazzi dello staff della scuola e tutti i ragazzi di Bologna venuti a Colchester. Dopo aver fatto capire a inglesi, svizzeri, lituani cos’è il calcio ci siamo ricambiati per ritornare a casa.

Come al solito io ed il mio compagno di avventure abbiamo preso il primo autobus che è passato.  Siamo scesi praticamente al capolinea e abbiamo deciso di tornare in centro. Rientrati a casa ci aspettava la nostra mamma inglese con tanto di tortellini caldi! 

Dopo la cena le attività continuano: 

Alle 19 tutti a scuola, il gioco era diviso in diverse sfide la prima era un quiz con domande di geografia, ovviamente eravamo tutti molto preparati e abbiamo totalizzato 9 punti su 10, la seconda sfida consisteva nel costruire una struttura capace di sostenere una banana, però gli unici materiali a disposizione erano spaghetti e Marshmellow, la nostra costituzione non ha retto ma come premio di consolazione ci siamo mangiati i Marshmellow. Dopo questa prova si sono svolti altri due quiz. 

La penultima sfida si chiamava “mummification”, consisteva nell’avvolgere un membro della nostra squadra nella carta igienica, in questa sfida la mia squadra è arrivata ultima, certamente colpa della stanchezza… Arrivati all’ultima sfida le speranze di vittoria erano ormai molto basse, per questo per affrontarla la squadra ha scelto me. La sfida consisteva nel fabbricare un vestito usando un sacchetto della spazzatura e poi sfilare davanti ai giudici, purtroppo non è bastato dare il massimo… Alla fine siamo arrivati ultimi, ma poco importa perché ho passato una bellissima serata in compagnia.”

Francesco & Alessandro

6 Luglio – Day 4

Una giornata medievale

“Oggi full day  excursion  a “Layer Marney Tower”. Appena arrivati le due guide erano già pronte ad accoglierci con un big smile. Ci siamo divisi in due gruppi e abbiamo iniziato la visita. Nella prima parte noi e il nostro gruppo siamo saliti sulla torre e abbiamo visitato alcune stanze del castello, ascoltando la nostra guida con attenzione. Dopo aver salito e sceso 99 gradini ci siamo diretti con un’altra guida a conoscere e provare le armature usate dai cavalieri nel Medioevo. Inoltre abbiamo fatto una prova di tiro con l’arco.

Dopo aver pranzato abbiamo svolto due attività. La prima consisteva nel ricalcare su un foglio dei tipici personaggi medievali, mentre nella seconda abbiamo potuto conoscere come a quei tempi venivano curate le malattie.

Verso le 15.30 siamo ripartiti per tornare a Colchester, dove abbiamo potuto approfondire la conoscenza di Colchester in attesa della della deliziosa cena inglese (Pollo bollito insipido e altre VERDURE, AIUTOOOOOOOOO). Abbiamo passato una bella giornata e speriamo che le prossime lo siano ugualmente.”

Benedetta & Teresa

7 Luglio – Day 5

Il Rounders

Sveglia alle 7. Colazione veloce e subito a scuola. Un altro giorno di attivita e divertimento comincia. Durante i break la prassi é giocare a biliardo, ma Giovanni fa l’errore di scommetere un pound su un mio tiro, inutile dire che ora sono piu ricco! 

Dopo pranzo le attivita sono due: African Drumming e Rounders (baseball dei poveri).
Per raggiungere il campo di Rounders la strada passava in mezzo ad una foresta, anche se impervia, alla fine ce l’abbiamo fatta. Riccardo e Giovanni durante l’attivita sono riusciti a far ridere un ragazzo Lituano, famoso perche appunto non ride mai ed abbiamo scoperto inoltre come gli inglesi siano abili a barare a qualunque gioco. La giornata finisce con una cena “ad ispirazione” italiana mal riuscita, a base di pasta al pesto.

Marco

10 Luglio – Day 8

Una giornata con la famiglia

Anche di domenica ci è toccato di svegliarci alle 7:30, ma diciamo che eravamo piuttosto contente. Infatti oggi la nostra famiglia ha deciso di portarci a Londra e con Barbara (la madre) abbiamo deciso il programma della giornata. Lei ci ha proposto di prendere il treno al posto della macchina, altrimenti sarebbe stato molto scomodo e meno conveniente e noi  eravamo d’accordo, noi col volante a sinistra non ci guidiamo…

Il programma prevedeva di prendere il treno delle 9,03 ma tra problemi, litigi e comiche familiari, abbiamo posticipato il tutto un’ora dopo. Una volta arrivate e scese dal treno, siamo andate con Barbara e sua figlia Lizzie a King Cross StPancreas per fare la foto al binario 9 3/4. Tra nuovi incontri in coda, nuovi acquisti nel negozio e addetti (italiani) che urlavano di fare diminuire la fila, siamo riuscite ad avere la nostra foto. Nonostante tutta questa fatica io (Arianna), non sono riuscita a fare neanche una foto a fuoco, ma va bene comunque. Per fortuna che c’era Barbara…

Successivamente abbiamo fatto pausa pranzo a base di caffè americano e panini portati da casa farciti con una sottospecie di prosciutto sedute in un bar nella stazione. Poi abbiamo preso di nuovo la metro per andare a Baker Street, da non confondere con la strada delle pasticcerie, dove si trova il Madame Tussauds e la famosissima statua di Sherlock Holmes.

Una volta arrivate al museo abbiamo ritirato i biglietti per entrare e anche quelli  per salire sul London Eye. Fortunatamente ci hanno fatto entrare anche se avevamo prenotato per le 16:45 ed erano a malapena le 13. Una volta entrate abbiamo avuto l’onore di conoscere attori, cantanti e sportivi famosi. In questo ampio arco di tempo, abbiamo avuto modo di farci riconoscere subito. Non a caso, Arianna ha pestato i piedi ad una persona che pareva avesse il saltafila anche nei calzini… Giuro non era volontario ma non mi sono sentita tanto in colpa. Abbiamo avuto modo di incontrare Enrico Ottavo e Winston Churchill che facevano due chiacchiere. Inoltre abbiamo potuto ripercorrere la storia di Londra sopra uno dei caratteristici taxi neri londinesi, nel quale siamo sopravvissute alla peste.

Appena uscite abbiamo ripreso la metro dirette verso il London Eye.
Con la Jubilee Line siamo scese alla fermata Westminster poi abbiamo camminato fin sotto il London Eye per ritrovarci con il padre e il figlio e salire tutti insieme sulla ruota. Dopo una buona mezz’ora di fila, siamo riusciti a salire. Qui una giovane coppia sembrava avesse comprato la cabina, infatti fare foto era abbastanza impossibile: erano sempre in mezzo a farsi dei selfie! Alla fine del giro, eravamo tutti molto stanchi quindi abbiamo deciso di avviarci verso la stazione per fare ritorno a Colchester.

Sulla via del ritorno alla stazione, ci siamo fermati al Mc Donald, perché il figlio stava morendo di fame. Dopo un panino, patatine fritte e per concludere un milkshake al cioccolato non è morto. Tutto è bene per quel che finisce bene! Dopo una stancante ora di treno, con i piedi che chiedono pietà siamo pronte a…. GUARDARE LA PARTITA DI CALCIO. No scherzavo, andiamo a letto!

Arianna e Carlotta

10 Luglio – Day 8

Anche in Inghilterra, guardano la finale di Wimbledon!

Qui a Colchester la giornata è incominciata alla grande. Dopo la colazione con uova, pancetta, bacon e toast.

Nel primo pomeriggio mi sono disteso  sul prato davanti al megaschermo nel quale proprio per coincidenza davano la finale di Wimbledon; Murray v/s RaonicOvviamente il destino del fortunato “Anonimo” era segnato e sebbene avesse il servizio più potente del torneo (record da lui stesso battuto durante il match) 236 Km/h, ha perso 2-0 contro infallibile scozzese. Una cosa però mi ha stupito: che tutti quanti i presenti, e vi posso assicurare che non erano in pochi, avessero la loro supeaccessoriata ed immancabile sedia pieghevole del decathlon. Ma le sorprese non erano ancora finite, infatti a casa ci aspettava  la nostra mitica Jayne con la carne ai ferri e delle salsicce piccanti da fare invidia a quelle del Divin Porcello a Budrio. 
Da Colchester è tutto passo la linea allo studio….

Riccardo Marabini

11 Luglio – Day 9

La telecronaca della giornata!

“Sveglia alle 8:30 e si incomincia la giornata con la colazione e il mio nuovo “coinquilino” che è arrivato dalla Cina. Arrivo a scuola e dopo qualche scommessa con Michele su chi vincerà la partita ci stacchiamo dal nostro ormai inseparabile tavolo da biliardo.  Solita lezione e poi pranzo che ho molto gentilmente offerto a compagni e compagne. (Non è che non sia buono, anzi ,dicono che sia ottimo il panino che mi prepara la famiglia. Non avevo fame e basta).

Alle 14:00 arriva il momento che tutti stavamo aspettando: la partita di calcio. Arrivati al parco si formano le squadre. Il primo match è maschi contro femmine. La vittoria è  stata più difficile di quanto crediate. La partita è finita 4-2. Arriva la pioggia e la partita si interrompe solo momentaneamente perché poco dopo si fa un altro incontro stavolta con le squadre miste. Dico solo che per fortuna Flam TOTY ha fatto tutto. Subito doppietta per lui e allo scadere lancio lungo io stoppo, gliela passo, lui ricambia e gol. Eccezionale partita vinta da noi e ovviamente Man Of The Mach Flam.

Torno a casa per farmi la doccia e la giornata finisce con la cena a base di hamburger. Ero molto contento del fatto che mi avessero fatto gli hamburger. Almeno fino a quando non mi sono accorto che la carne era vegetariana…

Qui finisce la giornata, grazie a tutti i lettori. BYE BYE!”

Giovanni

12 Luglio – Day 10

Il cibo

“Inizia una nuova giornata,  con sveglia alle sette e venti accompagnata dal cane che abbaia.  Durante la colazione arriva una telefonata direttamente dalla Cina: é il figlio della signora che ci ospita, che vuole far sentire alla madre le sue prove con il violino. A quel punto,  dopo aver preso il nostro amato packet lunch,  decidiamo di togliere il disturbo salutando e uscendo di casa.  Come al solito l’autubus é in ritardo, ma riusciamo ad arrivare in tempo per l’inizio delle lezioni.  Dopo tre ore di lezioni ci incontriamo di nuovo per mangiare, e scopriamo con sorpresa ed entusiasmo che il packet lunch contiente solo panini, data la nostra brutta esperienza con la pasta confezionata.  Verso le due scegliamo di guardare un film come attività pomeridiana, chiamato D.U.F.F. 
Ridendo e scherzando si fanno le quattro,  così,  uscite da scuola, decidiamo di andare da Costa sperando che il tempo regga. Con la nostra fortuna ci ritroviamo sotto il diluvio universale, che ci obbliga a rifugiarci all’interno. Finiti i nostri cappuccini ci avviamo verso la fermata.  Miracolo: L’AUTUBUS É IN ORARIO!  Veniamo accolte dalla nostra host mum,  che ha deciso di prepararci la pasta al forno. Il risultato non é male, ma puó migliorare. Finiamo la giornata con la tisana alla Cannella comprata qua e tante risate.”

Giulia e Emma

13 Luglio – Day 11

Shopping a Londra!

Dopo essere partiti sette ore dopo siamo arrivati a londra. Abbiamo cominciato la giornata con una breve visita ai monumenti più importanti fra le strade enormemente trafficate e con più italiani che in italia. Dopo una camminata in St.James Park e aver paparazzato Sara e Paul, era arrivato il momento del pranzo. In seguito siamo andati a Piccadilly Circus, da dove siamo partiti alla scoperta dello SHOPPING….
Io e un altro gruppetto di ragazze ci siamo subito dirette verso Oxford Street (la via dei principali negozi), o almeno credevamo finchè non abbiamo scoperto che avevamo preso la direzione opposta e siamo finite con il fare un giro di 40 minuti attraversando di corsa Hide Park; una vera tragedia!
Il resto del pomeriggio lo abbiamo speso tra Top shop, Primark, Forever 21 e negozi vari fino alle 5.
Risaliti sul bus, ci siamo fatti 2 ore e mezzo di tragitto, nelle quali ho tentato invano di dormire perché di fianco c’erano la Bea e gli altri che giocavano a “Ti sfido a”.
Dopo essere scesa per prima dal bus, in quanto alloggio nella casa più lontana dal college, mi sono fatta immediatamente una doccia per poi mangiare e finalmente andare a letto dopo una lunga e faticosa giornata.

Sofia e Elena

Colchester, Bury St Edmund, Ipswich… Una giornata piena di impegni!

Oggi come prima cosa siamo andati alla Royal Grammar School of Colchester, dove abbiamo interagito con gli studenti; parlato delle varie differenze fra i nostri paesi, partecipato alle loro lezioni e pranzato con loro. Dopo aver visitato la scuola siamo partiti per Bury St Edmund, una tipica città inglese. Abbiamo passeggiato tra le vie del mercato e scoperto l’enorme quantità di cioccolata calda che bevono in questo paese! Alla sera siamo andati a Ipswich per la discoteca…. abbiamo cenato con hamburger e patatine fritte e dopo ci siamo diretti alla sala da ballo dove ci siamo scatenati. Infine alle 21 siamo ritornati a casa con l’autobus e alle 21:30 le famiglie ci sono venute a prendere a scuola!
E domani mattina siamo pronti per passare un’altra giornata piena di impegni tra diverse esperienze e nuove amicizie.

Irene e Linda

14 Luglio – Day 12

I commenti sono chiusi.