Southampton

Diari di bordo

4 Luglio – Day 2

Oggi, i nostri giramondo hanno incontrato i ragazzi degli altri due gruppi, portoghesi e cechi, con cui passeranno queste due settimane, e hanno svolto insieme il test di livello per il corso di inglese.

I group leaders – Elena e Simone 

5 Luglio – Day 3

Dopo un giorno nuvoloso, come nelle migliori avventure inglesi che si rispettino, oggi finalmente il sole ci ha accompagnato durante il Quiz per le strade della città, dove i ragazzi si sono divertiti a intervistare i local people! Stasera ci aspetta un po’ di sport al parco e domani prima escursione del viaggio a Bournemouth.

I group leaders – Elena e Simone 

6 Luglio – Day 4

La gita  a Bournemouth!

7 Luglio – Day 5

Gli incontri

“Penso che uno degli obiettivi principali di questo viaggio sia incontrare e conoscere nuove persone. Da quando siamo partiti di incontri ne abbiamo fatto tanti […].Arrivati a Southampton abbiamo incontrato le famiglie che ci avrebbero ospitato: scendere dal bus e vederle tutte li ad aspettare senza sapere quale fosse la nostra è stata parecchio strano! Il tragitto fino a casa con loro è stato molto imbarazzante, ma è sorprendente come in pochi giorni la tensione se ne vada e si cominci a ridere e scherzare assieme. 

Una cosa che mi ha stupito degli inglesi è che sembrino speso seri e freddi, ma appena ci si parla cambiano completamente. Non so se sia perché siamo italiani e ci considerano simpatici, ma per esempio ieri abbiamo chiesto informazioni ad un signore apparentemente burbero che si è subito rivelato entusiasta e solare cominciando a dire che nella partita Italia-Germania tifava per noi e gli è dispiaciuta molto la sconfitta.”

Irene B.

L’essenza stessa del vostro viaggio

“Ardua impresa riuscire a trasmettere in una manciata di righe gli ingredienti che comporranno le nostre giornate e che certo renderanno unico questo soggiorno a Southampton. Oggi siamo stati a Bournemouth dove pochi coraggiosi, molti ragazzi in realtà, han pensato bene di sfidare il non così tiepido Oceano Atlantico, tuffandosi senza ritegno nella vastità cristallina, per poi riapparire pallidi e infreddoliti e reclamando supplichevoli un telo da bagno. Ci stiamo divertendo come i pazzi. In attesa di altre esperienze… 🙂 “

Luca Malvasi

8 Luglio – Day 6

Le foto della gita a Bournemouth e il pomeriggio all’ East Park

Le persone con cui viaggiate

“Prima di venire a Southampton pensavo alle persone con cui sarei dovuta stare per due settimane: pensavo fossero quasi tutti “fighetti” e nessuno con i miei stessi interessi, ma appena arrivata ho conosciuto persone simpatiche, divertenti e “alla mano” […]. Nel nostro gruppo oltre a noi di Bologna, ci sono tre ragazzi portoghesi, due cecoslovacchi e un altro gruppo di Matera; io ho fatto subito amicizia con una ragazza portoghese di nome Lara: lei e’ pazza e strana ma molto simpatica. amiamo la stessa musica e infatti inizialmente parlavamo sopratutto di quella ma poi abbiamo scoperto di essere molto simili e spero che questa amicizia continuera’ anche alla fine di questa vacanza.”

Sofia R. 

9 Luglio – Day 7

Ecco le foto della gita a Londra e del minigolf!

10 Luglio – Day 8

I luoghi che visitate: Southampton

“Il momento in cui Southampton mi ha veramente conquistato è stato ieri quando, alla sera, seduta sul secondo piano del bus ho potuto vedere il sole che tramontava al di la del fiume risaltando il colore dell’acqua e delle barche ancorate. Ed è li che tutto mi è sembrato così tranquillo e silenzioso, ma anche pieno di vita e colore; un contrasto da cui non riuscivo più a distogliere lo sguardo […]”

Alice B.

“[…] Southampton è una cittadina molto carina, puoi immergerti nei bellissimo parchi oppure fa shopping in Above Bar Street, una delle vie principali del centro.”

Micol P.

Le persone con cui viaggiate

“I miei compagni di viaggio sono persone speciali con cui ho legato fin dall’aeroporto, il primo giorno. D’altronde che viaggio sarebbe senza qualcuno con cui condividere le proprie emozioni e sensazioni, le proprie gioie e delusioni?”

Rita P.

Le situazioni in cui vi trovate

“In generale le persone sono sempre cordiali e gentili anche nei confronti di turisti e sconosciuti e chiunque è sempre disposto ad aiutarti anche solo per una semplice indicazione stradale.”

Marcello P.

A fish eye from a Southampton bus!

Southampton_42

11 Luglio – Day 9

Visita al Museo del Titanic e alla Chamberlayne College for the Arts

I primi giorni

“Per me i primi giorni sono stati un po’ difficili, ero piena di paure e insicurezze essendo la prima volta che viaggio senza i miei genitori. […] La mia principale paura era di non riuscire a farmi capire dalla host family a causa delle mie scarse conoscenze dell’inglese ma alla fine non e’ stato difficile come pensavo; la famiglia in cui sono capitata sono tutti disponibili e gentili ad aiutarmi in ogni occasione.”

Livia P.

Il City College

“Le lezioni al City College sono divertenti perche c’e’ molto dialogo con i professori che cercano di coinvolgerti e fanno sembrare le lezioni piu semplici. […] I professori cercano di insegnarci l’inglese facendo dei piccoli giochi tutti insieme che sono molto divertenti ed efficaci. […] diciamo che la cosa piu’ difficile non e’ la lezione ma svegliarsi presto la mattina.”

Giacomo M.

La famiglia

“[…] In famiglia viviamo una bella esperienza: e’ strano come si possa avere un buon rapporto in cosi poco tempo con persone sconosciute che hanno abitudini diverse dalle nostre. “

Alice M. e Margherita G.

Southampton City Center

“Pensiamo che Southampton sia una citta’ molto carina ricca di negozi, bar, ristoranti ma anche monumenti e riferimenti storici […] ad esempio per le vie del centro si possono vedere ancore appartenenti ad antiche navi e si puo’ visitare il museo del famosissimo Titanic che da qui salpo’ nel 1912.”

Kevin C. e Matteo A.

12 Luglio – Day 10

Brockenhurst

“Ieri siamo stati a Brockenhurst, nel bel mezzo della “New Forest”, dopo aver attraversato il piccolo e tranquillo paese di campagna ci siamo addentrati nel grande parco naturale che ospita foreste, pianure, fiumi e cavalli e pony allo stato brado. Alla fine dell’escursione eravamo stanchi ma felici di aver visitato un luogo cosi’ incantevole e selvaggio.”

I group leaders – Elena e Simone 

 13 Luglio – Day 11

Le foto del project work al College

 14 Luglio – Day 12

Buon compleanno!

Il palazzo “Ieri dopo le lezioni di inglese siamo andati alla City Art Gallery e poi siamo stati ricevuti dal sindaco di Southampton che ci ha accompagnato a visitare la camera del consiglio, “Council Chamber”, e le altre stanze del palazzo comunale.

Per finire la giornata in compagnia, abbiamo festeggiato tre compleanni in uno in un tipico pub inglese. 

Ecco le foto della giornata. A presto”

I group leaders – Elena e Simone 

I legami…

“Sono partito conoscendo solo due ragazzi e, al contrario di quello che può sembrare, sono molto timido nel fare nuove amicizie […]. In realta’ ora siamo un gruppone di amici stretti. Ho legato molto con alcuni, meno con altri, ma a tutti voglio un gran bene. Southampton rimarra’ sempre nel nostro cuore.”

Pietro P.

Host family, group leaders, amici…

“In queste due settimane ho avuto modo di conoscere bene la mia host family; sono persone molto simpatiche e disponibili, pronte ad aiutarci ogni volta che abbiamo bisogno.

Molto bello e’ anche il rapporto che si e’ instautrato con gli insegnanti e, soprattutto, con i group leaders. Con loro possiamo scherzare e parlare molto liberamente e non ci impongono mai di fare cose che non vogliamo (fatta eccezione per questo diario).

Infine, sono felice di dire che mi sono trovata molto bene con ogni ragazzo/a del gruppo e un po’ mi dispiace dover tornare a Bologna e “abbandonare” una cosi’ bella compagnia.”

Francesca P.

Scuola inglese VS scuola italiana: un confronto fra culture diverse.

“Sono cinque anni che faccio vacanze studio, le ultime tre con il Comune di Bologna, e ogni volta che sento un ragazzo inglese parlare della propria scuola rimango sempre stupito.

Il sistema scolastico inglese non e’ molto diverso da quello italiano, ma stranamente in Inghilterra ogni ragazzo e’ contento di andare a scuola, un sentimento che in Italia non e’ cosi’ semplice da riscontrare fra i giovani.

Ma allora cos’e’ che cambia? Come fa l’ Inghilterra a far vivere meglio il rapporto con la scuola ai propri giovani?

Quest’anno diversamente dagli altri, ho avuto la fortuna di visitare una “Secondary School” dove alcuni studenti ci hanno fatto da guida e finalmente ho capito la differenza. In quella scuola era presente un intero edificio dedicato ad attivita’ come musica, arte, teatro, ballo, e altre materie artistiche che hanno lo scopo di valorizzare le doti di ogni studente. Allora forse e’ questo quello che manca nel sistema scolastico italiano: concedere piu’ liberta’ ai ragazzi e offrire piu’ possibilita’ di scelta all’ interno delle ore scolastiche.”

Lorenzo M.

 15 Luglio – Day 13

Pomeriggio alla Tudor House Museum

…Facce da Tudor!

Southampton_85

I commenti sono chiusi.