Colchester

12 luglio

Dopo un viaggio lungo ma tranquillo siamo finalmente arrivati e i ragazzi si stanno ambientando!!

Elisa e Roberta

 

13 luglio

Purtroppo, essendo il nostro primo anno in famiglia, non abbiamo altre esperienze simili con cui confrontare questa. Io e Anastasia ci siamo subito sentite accolte. Fred e Helen, la nostra host family, ci trattano come se fossimo parte integrante della famiglia e questo è semplicemente fantastico. Non pensavamo di trovarci così bene, hanno superato le nostre aspettative.

Bianca e Anastasia

 

Gita a Ipswich con barbecue insieme agli altri ragazzi di Bologna e attività pomeridiane (afternoon tea, drama, drawing competition)

 

14 luglio

Giorno 1
Con San Luca più lontano, il mio cuor batte più piano, con le ali e con le ruote e con diverse banconote.
Guarda il sole, ah non c’è…benvenuto a Colchester

Giorno 2
Con il latte alle ginocchia e con l’aria da parrocchia. Esamine…esame

Giorno 3
Ed è già lezione ma siamo al giorno tre, 72 le ore nella terra del the, a pranzo un altro sandwich il pomeriggio ad Ipswich, scriviamo e ti sorprendi, cantiamo e poi ti unisci

Giorno 4
Il quarto giorno è già arrivato, il terzo ritornò il Messia, cambio lingua cambio stato, ma son sempre a casa mia. Non è freestyle questo è free time, don’t live online but lose your mind

Giorno 5
Noi di gioventù incerta, noi che rifiutiam l’offerta di star dentro ad un recinto, nonostante il nostro istinto, dica di seguir gli schemi, così da scansar problemi, ma la vita poi è più intensa se la disco è nella mensa.

Lorenzo R e Riccardo

 

Durante il mio soggiorno a Colchester sono ospitata dalla famiglia Witton insieme ad Ilaria. Mi trovo davvero bene con loro, mi trattano proprio come una figlia non facendomi mancare nulla e senza mai farmi sentire di troppo. Abbiamo una camera molto grande con addirittura un bagno tutto per noi. Con il cibo mi trovo bene, ovviamente non posso pretendere di mangiare come a casa mia, però non è per niente male! Penso che quando andrò via mi mancheranno molto

Arianna

Stiamo partendo adesso da Londra per tornare a Colchester e è stata una giornata abbastanza piena ma molto piacevole per me. Londra ha come al solito quella tipica atmosfera internazionale e al contempo c’è l’aria che solo in Inghilterra trovi, per questo mi sento sempre a casa, ogni volta che torno mi sembra di non venire dalla sera prima. Stamattina siamo arrivati circa alle 10 e abbiamo fatto un giro per le principali attrazioni, dal Big Ben a Buckingham Palace fino a Trafalgar Square e poi a Covent Garden, in assoluto il mio posto preferito per la sua atmosfera viva e informale. Verso le 12 abbiamo pranzato al Saint James Park vicino a Buckingham Palace seduti sul prato, poi siamo andati al punto di ritrovo a Covent Garden e ci siamo dati appuntamento per le 17.30, quindi abbiamo avuto circa 4 ore di tempo libero. In queste ore sono stata con Eleonora, Alice, Rebecca, alcuni dei ragazzi di Pisa e gli altri spagnoli. Abbiamo girato parecchi negozi e fatto un po’ di shopping, ma per me è stato molto bello vedere come per noi una giornata particolare e speciale sia per i londinesi un normale sabato come tanti altri, frenetico e contemporaneamente tranquillo. Ora siamo in pullman e stiamo tornando a Colchester e li c’è la nostra host family ad aspettarci.

Ilaria S.

 

Io e Francesco siamo ospitati a casa Wilkinson, una tipica famiglia inglese sulla   sessantina. Appena entrati in casa ad accoglierci, oltre al Signore e alla Signora si sono aggiunti quattro cani. Dopo esserci presentati come si deve, Ian, il nostro host father ci ha accompagnato nelle nostre camere e ci ha fatto vedere il resto della casa. Dopodiché  abbiamo  cenato, ci siamo lavati e coricati. Il giorno dopo, lo stesso Ian ci ha portati a scuola dove è  iniziata ufficialmente la nostra  esperienza.
Per quanto riguarda l’ambiente in famiglia credo sia una cosa da provare, aiuta ad imparare a parlare l’inglese che serve realmente, inoltre serve ad interagire in prima persona con le usanze e abitudini di un inglese.

Brenno

 

Oggi abbiamo fatto un escursione con tutti i gruppi della scuola CESC di Colchester. Siamo andati a Londra. La partenza è stata relativamente presto rispetto alle altre mattine poichè il viaggio dura cira 1.15 … se non c’è traffico. Dopo essere arrivati ci siamo divisi nei rispettivi gruppi per visitare la città. Così ci siamo messi in cammino verso Trafalgar Sqare poi ci siamo diretti verso Buckingham Palace. Successivamente abbiamo pranzato tutti assieme in S. James Park . Lì inaspettatamente ,oltre ad esserci riuniti come gruppo, abbiamo incontrato ,ancora,  il gruppo di Ipswich del comune che avevamo incontrato Mercoledì. Proseguendo il racconto della gita di oggi … dopo pranzo e dopo avere raggiunto Covent Garden ,una zona molto famosa per lo shopping, ci hanno lasciato 4 ore di puro tempo libero. Personalmente ho passato questo tempo provando camicie e camminando per Oxford Street con un gruppetto di amici. Dopo siamo ritornati al Victoria Embankment per riprendere il pullman. Personalmente questa gita non ha aggiunto molto alla mia conoscenza di Londra però credo che sia sempre un piacere visitare la capitale inglese con alcuni amici. Ciao spero che questo racconto vi sia piaciuto , alla prossima.

Francesco

 

 

Durante questa esperienza a Colchester sono stata ospitata da Christine Sewell, in casa con Ilaria. Ci siamo trovate molto bene con lei, é sempre stata molto disponibile e attenta ai nostri gusti. É anche molto spiritosa!
Per quanto riguarda la scuola mi sono trovata davvero benissimo: lo staff é molto simpatico e disponibile, gli insegnanti sono bravi e il luogo é molto bello. Sicuramente il divertimento non manca, grazie alle attività organizzate e ai nuovi incontri degli altri studenti.

Sofia B.

 

ilh international language holiday è la scuola estiva aperta a tutti gli studenti di tutte le nazionalità a Colchester per imparare/migliorare il proprio inglese.
Mi sono trovata molto bene, sia con lo staff che con gli altri studenti. Lo staff è molto accogliente e disponibile per qualsiasi evenienza, gli insegnanti sono molto bravi e le lezioni molto interessanti. È una buona opportunità per fare nuove conoscenze grazie a tutte le attività organizzate dalla scuola.

Ilaria D.

 

Essendo la prima volta che vado in Inghilterra, prima di partire ero molto preoccupato ma dopo 2 o 3 giorni passati nella cittadina di Colchester Essex mi sono abituato agli orari e anche alla lingua inglese. La host family è un’incognita, nel senso che nn si sa dove si va ad abitare (lontano o vicino alla scuola) o che tipo di famiglia possa capitarti, io sono andato in una famiglia che mi ha accolto come se fossi il loro figlio e ne sono stato molto felice e spero di ripetere questa fantastica esperienza!

Lorenzo P

 

Siamo ormai giunti alla fine della prima settimana, il tempo è passato così velocemente! Abbiamo trascorso queste ultime serate insieme ad esempio ieri sera siamo andati al bowling, mentre stasera andremo alla serata disco organizzata dalla scuola. Domani trascorreremo una giornata a Londra insieme a tutta la scuola. Speriamo di divertirci altrettanto la prossima settimana.

Caterina e Federica

 

Quest’anno abbiamo partecipato ad un soggiorno studio in Inghilterra in famiglia a Colchester. Quando siamo arrivate, abbiamo conosciuto la famiglia e ci siamo trovate subito benissimo perché la signora che ci ha ospitato è stata fin da subito molto carina e ci ha messo a nostro agio. Con lei abbiamo parlato molto ed è stata molto paziente; insieme abbiamo guardato dei film e ci siamo divertite. Non abbiamo avuto neanche tanti problemi con il cibo poiché la signora era abbastanza brava a cucinare e abbiamo mangiato in modo relativamente salutare. Con il gruppo ci siamo trovate bene e abbiamo subito legato; abbiamo fatto subito amicizia con gli altri ragazzi della scuola con i quali ci siamo divertite. A scuola gli insegnanti sono stati molto gentili e bravi e lo staff è stato molto disponibile e ci siamo trovate bene con il gruppo classe. Nonostante questa non sia stata la nostra prima esperienza come vacanza studio in Inghilterra, è stata particolarmente significativa per entrambe. Questa esperienza ci è piaciuta molto perché abbiamo imparato cose nuove e migliorato il nostro inglese, conosciuto nuove persone con le quali speriamo di tenerci in contatto.

Maria Teresa S., Celine Nadja F.

 

Sono partita con la voglia di fare una nuova esperienza, con paura e felicità. Sono arrivata in aeroporto e subito ho legato con tutte le persone in modo diverso…ho iniziato a rendermi conto che questa vacanza sarebbe stata una delle esperienze più belle e importanti della mia vita. Pensare di partire mi toglie il fiato perché sto amando ogni singolo dettaglio di tutto questo viaggio incredibilmente indimenticabile. Credo che mi porterò dentro al cuore un pezzo di ognuno di loro, perché mi hanno insegnato ad amare e a lottare ma soprattutto ad essere felice, che per una come me è tantissimo; si potrebbe pensare che ci conosciamo da troppo poco tempo per essere così legati..ma è così. Tutti quanti si vogliono bene e si rispettano. Porterò sempre com me la voce meravigliosa di Riccardo accompagnata dal suono dolce e melodico della chitarra di Lorenzo, porterò sempre le risate e i pianti, i litigi e gli abbracci infiniti, ma soprattutto i sorrisi ai quali non servono parole…grazie a tutti

Francesca

 

Inizialmente non avevo tanta voglia di fare questa vacanza, poi appena ho conosciuto meglio i miei compagni del gruppo e anche altri della scuola mi sono molto ricreduta.
Con la mia famiglia mi trovo benissimo, sono molto carini, molto gentili, molto disponibili. il cibo é buono, ovviamente alcune volte non finisco la cena ma non posso pretendere più di tanto.
Le lezioni a scuola sono molto interessanti, facciamo molti giochi divertenti che allo stesso tempo aiutano con l’inglese; gli insegnanti sono bravi e coinvolgenti. le attività pomeridiane sono molto utili per stare tutti assieme e ci si diverte moltissimo. infine abbiamo due bravissime accompagnatrici, anch’esse molto disponibili e con le quali ci può parlare di tutto.

Giulia

Il primo motivo per cui ho fatto questa esperienza era per migliorare il mio inglese ma poi ho trovato un gruppo splendido. Tra risate e stupidaggini, siamo diventati davvero uniti. Penso che mi mancheranno parecchio ma c’è dell’altro…
Questa cittadina, la scuola, gli insegnanti e la famiglia con cui mi sono trovato davvero molto bene. 

Nicholas P.

 

18 luglio

Questa esperienza è stata molto utile si per imparare meglio l’inglese che per fare nuove amicizie. Inoltre, essendo ospitati da delle famiglie, ho avuto l’opportunità di praticare la lingua nella vita quotidiana per cercare di instaurare un buon rapporto con la mia host family. Ciò che più mi ha stupito positivamente è il fatto che siamo partiti senza conoscerci e che in poco tempo si siano creati dei bellissimi legami.

Cecilia

 

Questo soggiorno estivo è stato molto utile e divertente; già dal primo giorno la mia famiglia è stata molto accogliente e, pur essendo in 8 in casa, mi sono sempre trovata a mio agio e non mi hanno mai fatto mancare niente. Stando con una ragazza spagnola in camera sono stata costretta a parlare in inglese e, perciò, sono riuscita a migliorarlo e a parlarlo più fluentemente.
Le attività pomeridiane sono sempre state organizzate bene e mi hanno fatto conoscere molte persone e a sentir meno la mancanza di casa.
Inizialmente mi sentivo malinconica perché era la prima volta che stavo lontana da casa per due settimane e non ero mai stata in Inghilterra, non sapevo cosa aspettarmi da questa esperienza e avevo paura di non riuscire a farmi capire, ma con il tempo, le cose sono migliorate e la malinconia è scomparsa. Durante questo soggiorno mi sono trovata benissimo e spero di riuscire a ripeterlo l’anno prossimo.

Sofia S

 

Questa è la seconda settimana che trascorriamo a Colchester, una piccola cittadina situata a Nord-Est di Londra. Fino ad adesso ci siamo trovate molto bene a scuola, ma soprattutto con il gruppo perché avendo la stessa età abbiamo molte cose in comune.
La scuola è carina e organizzata molto bene per quanto riguarda le lezioni e le attività pomeridiane.
Abbiamo, inoltre, fatto amicizia con moltissimi ragazzi di altre nazionalità (spagnoli, polacchi, coreani, francesi…).
Attualmente, con la famiglia non ci troviamo benissimo per il principale motivo che non ci sentiamo molto prese in considerazione e gli unici momenti di dialogo sono a tavola o in auto.
Nonostante tutto è un’esperienza positiva e totalmente nuova per entrambe che ci ha permesso di conoscere nuove persone di nazionalità diverse, di migliorare il nostro inglese e di visitare nuovi luoghi.
Con questo consigliamo a coloro che avessero voglia di espandere i propri orizzonti, di iscriversi ad un soggiorno-studio all’estero.

Rebecca e Alice

 

19 luglio

Siamo a metà della seconda settimana qui a Colchester, e oggi, dopo le solite lezioni della mattina, siamo partiti per Clacton.
Clacton è una cittadina sul mare e quando siamo arrivati abbiamo fatto prima un giro nel centro città, poi sul pontile con alcune giostre dove divertirsi.
Dalle 15.15 alle 17.15 abbiamo avuto del tempo libero e sono stata con il gruppo e altri ragazzi spagnoli. Prima abbiamo fatto alcune giostre, poi ci siamo spostati in spiaggia e siamo stati un po’ con le gambe in acqua. Alle 5.30 abbiamo preso l’autobus e siamo tornati nella scuola di Colchester, dove ad attenderci c’erano anche i ragazzi della scuola di Ipswich con cui abbiamo fatto una grigliata.
Essendo la mia prima esperienza di vacanza-studio all’estero devo dire che mi sto trovando molto bene; sono stata ben accudita dalla mia host family, sempre disponibile e gentile e mi sono inserita nel migliore dei modi nel gruppo di ragazzi con cui sono partita, che sicuramente continuerò a frequentare appena rientrati.
Purtroppo i giorni passano molto velocemente e fra pochissimo sarà già finito tutto.
Di sicuro è un’esperienza che non dimenticherò mai e che riproporrò senza dubbio il prossimo anno e gli anni a venire.

Eleonora

 

20 luglio

Vi raccontiamo come stiamo trascorrendo le nostre due settimane qui a Colchester, una piccola città nell’Essex. Al termine di vari viaggi e spostamenti, una volta a casa abbiamo conosciuto la nostra host family, con la quale ci siamo da subito trovate bene: Gareth e Sharon, genitori di una bimba carinissima, con due gatti. Ci siamo sistemate nella casa spaziosa e profumata e abbiamo passato la prima sera in Inghilterra. A scuola siamo state accolte con un bel test d’ingresso, per stabilire il livello di inglese e dividerci in classi con altri compagni: già dal primo giorno ci siamo ambientate e abbiamo conosciuto nuova gente, proveniente anche da Paesi diversi dall’Italia, come Spagna, Polonia, Turchia e Ucraina. Oltre alle lezioni, la ILH summer school organizza varie attività dalle 14 alle 16, per esempio piscina, zumba, afternoon tea etc… Dopo le 16, trascorriamo il nostro tempo libero (fino alle 18, solitamente ora in cui si cena) nel centro di Colchester, vicinissimo alla scuola, dove puoi trovare numerosi negozi e bar. Inoltre, si partecipa anche ad escursioni in giro per l’Inghilterra, per esempio nella grande capitale, poi ad Ipswich, nella quale abbiamo cenato con il gruppo da Bologna che soggiorna lì, a Clacton e a Cambridge.

Sofia B e Ayelen

 

Questa esperienza in Inghilterra la consiglio perché impari a convivere con persone di altre famiglie; impari a lanciarti sull’inglese  (e scopri che parlare con la tua host family non è così difficile come sembra ) ; infine ti diverti nel tempo libero. A scuola ci sono le lezioni sono composte da giochi fatti  per imparare l’inglese e solitamente la classe viene divisa in gruppi per fare interagire i compagni di classe con dialoghi ( in inglese). Le insegnanti sono sempre disponibili per dubbi.
I giochi da fare nel salotto della scuola sono biliardo biliardino  ping pong . C’è anche un bar dove puoi comprare cibo in caso non ti piaccia il tuo packed lunch o se hai ancora fame.  Fuori c’è un giardino dove puoi giocare a volano calcio o pallavolo.

Dario

 

La mia esperienza a Colchester è stata a dir poco appassionante e completamente nuova per me. Qui ho potuto, oltre che migliorare ulteriormente il mio inglese, comprendere in modo più chiaro gli usi e i costumi di una civiltà completamente diversa da quella in cui vivo. Inoltre, il mio soggiorno in famiglia per queste due settimane, mi ha reso maggiormente sicura di me stessa e delle mie capacità, eliminando quasi del tutto la paura di sbagliare. Un’esperienza del genere spero sicuramente di rifarla il prossimo anno, magari in una città più grande, in modo da potermi nuovamente mettere alla prova.

Sara

 

Acqua giù per i palazzi
Acqua in mezzo ad una piazza
Acqua che vien giù pazza
Acqua in piccole borracce
Acqua sopra l’ombrello
Acqua fra i miei capelli
Acqua che riga il viso
E di colpo scioglie un sorriso
Acqua giù per la vasca
E che ci fa temere
Acqua infinita in mezzo al mare
Acqua che copre il sole
Acqua o forse amore?
Acqua dell’Inghilterra
O forse solamente pioggia
Acqua che ci condanna
O perché no, che ci osanna…

Martina

 

21 luglio

I commenti sono chiusi.