Winchester

Ciao a tutti!!!

Finalmente un po’ di notizie, siamo stati cosi’ presi da tutto che quasi quasi ci scordavamo di voi!!!!
Siamo arrivati tardissimo e dopo l’assegnazione stanze siamo andati dritti a letto!!! la sveglia è suonata presto per essere pronti per il test, il pomeriggio e’ stato fantastico, abbiamo visitato la citta’ di Winchester con Jenny, lei ci ha portato in giro raccontando la storia di questa cittadina molto bella e dove sembra che si viva molto bene……. Jane Austen viveva qui prima di morire, anche se in realta’ i ragazzi hanno preferito l’ora di libertà, per poter vagare nella High street e comprare qualcosa!!!!
Sono stati meravigliosi, in completa autonomia hanno acquistato cibo e vestiti…….
Dopo la pizza, serata Disco!!!!
Non potete capire quanto ci siamo divertiti, il DJ era fantastico e tutti quanti, compresi Simone e la sottoscritta abbiamo ballato fino a quando alle 10 la musica si e’ interrotta e distrutti siamo andati a letto.
Oggi prima giornata di lezione, i ragazzi sono stati divisi per classi e  dopo scuola, attivita’ all’aria aperta, qui il tempo è bellissimo, e lo staff è molto organizzato, ci sono attivita’ per tutti i gusti….
Vi lascio alcune fotografie che vi potranno dare solo una piccola infarinatura di quanto questo posto merita di essere visto!
A nome di Simone e della sottoscritta vi ringraziamo molto, e arrivederci a presto!

Un abbraccio

Enrica+Simone

6 luglio

hi everyone!!!

eccovi ancora altre tesimonianze di quanto ce la spassiamo!!!!
E’ davvero molto caldo e persino noi Italiani ci lamentiamo…..
Quando non siamo a scuola alla mattina, siamo molto spesso all’aria aperta e i ragazzi stanno imparando giochi come il cricket, rounders, dodgeball , waveball,table tennis e come potete vedere anche Simone  si e’ lanciato nella Dance session!!!!
Ci stiamo avvicinando alla gita a Londra e non vediamo l’ora che sia Domenica, ieri i ragazzi hanno dato una valutazione persino positiva del cibo!!! Le lasagne erano buone anche se alcuni preferiscono ancora quelle della mamma!!! INCREDIBILE!!!!!
Per ora e’ tutto, ci sentiamo presto.

Un super abbraccio da Simone ed Enrica (Emilia)

 

7 luglio

eccovi altre immagini di questi ultimi giorni, potrete vedere come i ragazzi si sono cimentati nelle olimpiadi(con i sacchi) e attivita’ artistiche, come la costruzione del big ben!!
Londra è stata in assoluto (fin ad ora) l’esperienza piu’ piu’……. lo shopping sfrenato e la libertà di girare per Regent Street in autonomia ha lasciato il segno nell’economia anglosassone, sono certa che il Pil si e’ impennato nella giornata di ieri!!!
In attesa dell’escursione di Oxford e Stonehenge vi lasciamo queste belle foto…

 
 

Good morning!
Eccovi alcune tracce dei diari di bordo dei ragazzi, in attesa di nuove scoperte ancora tutte da vivere…..
Alla prossima puntata vi racconteremo di Oxford e dei segreti del Christ Church College che ha ispirato i creatori del film di Harry Potter.
A presto!! 

Simone ed Enrica
 
 

“Ieri abbiamo fatto un viaggio a Londra: tra la più grande chiesa della città, il bellissimo parlamento e l’imponente Big Ben, abbiamo imparato tante nuove nozioni. Ad esempio che William e Kate si sono sposati nella Westminster Abbey e che il Big Ben è l’orologio che si trova dentro la Elizabeth Tower.”Matilde C.

 
“Io nella mia classe mi trovo molto bene, ci sono ragazzi di diverse nazionalità quindi posso mettere meglio alla prova il mio inglese.
Per la prima ora e mezza di lezione ho un professore molto simpatico, bravo e creativo di nome Santosh. Dopo mezz’ora di “break” ho un’altra mezz’ora di lezione con un professore che mi piace un po’ meno di nome Geoff.
Sono molto contenta di fare questa esperienza perché oltre a divertirmi e fare nuove amicizie, posso migliorare il mio inglese. Per questo ringrazio Simone, Enrica, i miei genitori e tutti i ragazzi e le ragazze di questo college per aver reso questa vacanza studio indimenticabile. Vi voglio bene!”
Sofia M. 

“La prima sensazione sui compagni è stata buona, ma non mi aspettavo di legare con loro così in fretta e probabilmente non è normalissimo, infatti sono molto felice e quando il 17 non ci vedremo più, sarò abbastanza triste, ma sono sicuro che con alcuni di loro io continuerò a vedermi e scrivermi.
[…] La cosa che mi è piaciuta di più per adesso è il comunicare con altre persone di una nazionalità diversa in inglese, come per esempio “Iniesta” (ragazzo spagnolo) e “Serk” (ragazzo turco) oltre a tutti i ragazzi di varie regioni d’Italia.”

Riccardo D.

 

“Ho fatto tante nuove esperienze e conoscenze sia con ragazzi italiani che no: tra Roma, Lucca, Milano, Spagna e Turchia.
Ho capito che in fin dei conti siamo tutti uguali e che la lingua non sarà mai un ostacolo per la comunicazione”.

Adelaide A.

 

“Una delle prime differenze che ho notato sono stati gli orari: per esempio il pranzo non si fa alle 14.00 ma alle 12.00 e la cena non si fa alle 19.00 ma alle 17.30. Quindi per me è stato difficile ambientarmi.”

Lorenzo B.

 12 luglio

Rieccoci carissimi!!!

scusate se non riusciamo ad aggiornarvi giorno dopo giorno, i ragazzi  e le mille attivita’ danno da fare, anche se sappiamo che siete in costante contatto con i vostri amatissimi!!!! La gita ad Oxford è stata molto bella, abbiamo seguito il consiglio di Karill (responsabile delle escursioni) e abbiamo optato per un esperienza tutta da fare, “pounting on the river” si tratta di remare nel fiume con un bastone d’alluminio molto lungo, le barche sono simili alle gondole di Venezia e il paesaggio circostante e’ mozzafiato, da qui si è potuto ammirare il parco di St. Magdalen College e gli splendidi giardini botanici, chiamati anche “teaching garden” un paradiso di fiori e piante da tutto il mondo che testimoniano il lavoro dell’universita’ di Oxford per la ricerca e la scoperta della famosa pennicellina.  Subito dopo ci siamo trasferiti nella cittadina che propone un architettura molto ricca, siamo stati a vedere la Bodleian Library, una delle  biblioteche piu’ grandi al mondo,  dove sono conservate le copie di tutti i libri pubblicati in Inghilterra, visitato il Christ Church College, dove hanno studiato alcuni dei primi ministri Inglesi, quali Margaret Tatcher, questa infatti e’ stata la meta piu’ ambita dai ragazzi che non vedevano l’ora di poter visitare la sala che ha  ispirato il film di Harry Potter, dopo una capatina alla cattedrale del College abbiamo continuato il tour per le vie centrali della citta’ , ovviamente c’e’ stato tempo anche per lo shopping e la famigerata felpa del college di Oxford che e’ andata a ruba!!!!!

 

“Stamattina abbiamo portato i ragazzi alla scoperta di questa meravigliosa campagna, poco distante c’e’ un villaggio di nome Sparsholt con una piccola chiesa e il post office che vende anche alcuni generi alimentari, ci siamo ristorati nel pub locale, e preparati per la lezione pomeridiana. Io, Simone e i ragazzi ci stiamo davvero divertendo e vi aspettiamo alla prossima puntata…..  A presto”

Enrica, Simone.

 

“Mamma, Papà, dato che l’anno prossimo farò una scuola difficile, quest’estate posso fare qualcosa per consolidare il mio inglese?”
E’ partito tutto da questa domanda, il 3 luglio è arrivato il giorno della partenza, per un’esperienza fantastica.
Da Bologna siamo partiti in 23 e di questi conoscevo solo 3 ragazze, già in aereo abbiamo iniziato a parlare tra di noi conoscendoci sempre meglio e arrivati al college la sera, sembrava che ci conoscessimo già da una vita.”

Lucia A.

 

“Arrivati al college non tutti ci conoscevamo ed eravamo abbastanza disorientati, o perlomeno io lo ero visto che sono un po’ timida e faccio fatica a socializzare. In ogni caso sono riuscita a fare amicizia, siamo stati suddivisi nelle stanze e io sono finita con delle belle persone, la Fede e la Virginia. Le emozioni provate sono tante, come ad esempio quella di viaggiare per la prima volta senza genitori.”

Rebecca C.

 

“In questo viaggio sto cambiando molto, ormai parlare lingue diverse è diventata un’abitudine, anche l’orario e soprattutto il cibo sono roba da tutti i giorni.
Sto iniziando anche a capire i professori quando parlano un inglese anche abbastanza veloce”.

Alessandro G.

 

“Un viaggio è ciò che fa crescere, che fa imparare nuove culture e tradizioni e apre la mente a ciò che il futuro riserverà. Nel viaggio metti in gioco tutto te stesso, scopri le tue carte per vivere un’esperienza che ti fa crescere e ti fa capire molto di te stesso.
Questo viaggio ci sta rendendo autonomi e artefici di ciò che facciamo, questa volta non siamo marionette ma “marionettisti” e possiamo decidere cosa fare, chi essere e cosa diventare.
Il viaggio è ciò che ti cambia ma sei solo tu a decidere come!”

Maria Beatrice R.

 

“Io credo che l’essenza del mio viaggio sia un’insieme di emozioni: la stanchezza del viaggio, la gioia dell’arrivo, l’esaltazione delle gite, la tristezza per i pasti e la noia della scuola.
Io in queste due settimane ho imparato a convivere con orari stretti, tante persone e tante cose da fare; ho imparato cose nuove che non sapevo sull’Inghilterra, ho visitato posti nuovi che avevo sempre desiderato vedere, ho fatto tante amicizie, ho imparato a comunicare in un’altra lingua e mi sono divertita con persone quasi sconosciute. Per questo consiglio quest’esperienza a chi è pronto a provare cose nuove!!!”

Eugenia M.

I commenti sono chiusi.