Dun Laoghaire/Dublino 2° turno

17 luglio

Arrivati!

 

18 luglio

Che giornata! Un sole incredibile, gradevole, inaspettato: non c’è stato momento che ci abbiamo ricordato che sarebbe stato una bellissima eccezione- prevista pioggia e temporali.
Stamani test di ingresso, socializzazione e … socializzazione. Il gruppo sembra essersi sempre conosciuto, riconosciuto, cercato.
Dopo il lunch abbiamo seguito un breve tour per Dublino: alcune mete storiche come il Trinity College (quanti aneddoti, quante storie, quante leggende), la statua di Molly Malone, celebre personaggio della canzone tradizionale che… che il nostro accompagnatore ha cantato, forse declamato?, coinvolgendo passanti e turisti…
un po’ di free time ma Dublino ci aspetta ancora, ci ha lasciato con mille scorci e curiosità e voglia di vedere.

Nella galleria:

  • Foto di Arianna
  • la gita – Trinity College
  • il sole a Dun Laoghaire

 

Oggi cominciano le lezioni in classe!
Sono una decina di classi, di vari livelli e con 10-15 max studenti. La scuola ospita altri italiani, spagnoli, tedeschi, russi…
Ecco qualche foto

Anja

 

La nostra giornata tipo: la mattina ci vediamo al cancello, chi a piedi, chi con l’autobus, chi alla fermata aspettando l’autobus… Credo che ormai conosciamo tutti gli orari dei mezzi tramite app, ma questo non basta per garantire la puntualità…
Alle 9:30 tutti comunque in classe, per la lezione mattutina.
Nel pomeriggio, quando non andiamo a Dublino, ci sono attività in loco: ieri a scelta tra cooking, table tennis, art and craft…. e…. un successone …zumba!!!
la sera abbiamo replicato con danze irlandesi!

 

20 luglio

Oggi siamo stati alla National Gallery di Dublino. Tra pareti colorate e cornici dorate è stato molto interessante vedere quadri di diversi artisti, diverse epoche e diversi stili. La galleria si strutturava come un’ascendente immersione nell’antichità e mano a mano che si saliva si arretrava in un epoca sempre più distante dai giorni nostri. I quadri erano esposti in grandi sale tra lampadari di vetro e cornicioni interni; l’intero palazzo dava l’impressione di essere stato un grande edificio un tempo. L’esperienza è stata interessante soprattutto il corridoio riservato ai paesaggi con quadri di diversi autori e diverse epoche. Questa fusione di più stili e autori di diversi paesi concentrava in uno spazio relativamente piccolo l’opportunità di confrontare più paesaggi e scorci di mondo: da mari che si estendono a perdita d’occhio a boschi fitti che mostrano una tavolozza del pittore traboccante di tonalità di verde e poi paludi, deserti e molti altri.
È stata una bella gita piena di momenti divertenti e perché no, anche piena di spunti di riflessione davanti ad uno sterminato paesaggio o un antico ritratto.

Filippo P.

 

Prime impressioni

Come si era previsto, sono stata catapultata in mondo completamente diverso dal mio: un estate invernale ha sostituito il caldo soffocante. Tutto è così insolito: lo è la pace che regna fra le strade, lo è il continuo cambiamento climatico causato dallo spirare del vento e ciò che lo è più di tutti è lo straordinario benessere che provo nel sentire la brezza mattutina carezzarmi il viso – di certo cessa di essere piacevole quando anche la pioggia vi si mette in mezzo, inumidendo i capelli che sfuggono al cappuccio – così come il divertimento che provo nel vivere e nel cercare di far combaciare le abitudini del paese con le mie.

Arianna

 

L’Irlanda si presenta un paese molto confortevole, le persone sono loquaci e si sempre disponibili. Pure il tempo il primo giorno il tempo è sembrato accoglierci, con il sole che  batteva incessantemente sopra le nostre teste.
Al passate dei giorni sono sempre più felice di questa vacanza, che confido si rivelerà molto entusiasmante. L’unico aspetto su cui avevo avuto un’impressione sbagliata era proprio il tempo, che a quanto pare, cambia di minuto in minuto ed infatti è già da due giorni che la pioggia ci accompagna in ogni dove.
L’ host family è stata molto accogliente e con loro riesco a conversare spesso, riuscendo a migliorare giorno per giorno il mio inglese o almeno spero.
Queste due settimane non possono che migliorare.

Alessandr M.

 

Sono passati solo pochi giorni dall’inizio di questa vacanza-studio e già posso affermare che si tratti esclusivamente di una vacanza. I ragazzi con cui sono partito sono in gamba e nonostante li abbia conosciuti solo due giornoi fa si è già creato un bel gruppo, insomma mi sto divertendo! La famiglia presso la quale alloggio è “ok”, davvero niente da dire, sono presone socievoli e disponibili. La loro casa si trova Ballybrack… ma il viaggio-studio non si chiamava “Dublino/Dun Laoghaire”? Insomma tutta questa solfa per lamentarmi del fatto che la casa dove alloggio è l’unica ad essere veramente lontana sia dalla scuola sia dal centro di Dun Laoghaire e di conseguenza da tutti gli altri ragazzi (cosa che considero di gran lunga piú importante delle prime due): giusto per darvi due numeri a piedi impiego circa 1.15 h e in autobus 50 min, questo per raggiungere il “Rockford Manor”(la scuola). L’istituto ospita studenti per l’80% italiani, olte a noi infatti (giá in 30) ce ne sono altrettanti provenienti da tutta italia. La mia classe “mista” è composta da 13 studenti di cui 10 bolognesi due spagnoli e un francese. Le lezioni si trascinano tra una pausa e l’altra per tutta la mattinata quando, dopo il pranzo , hanno inizio le attivita ludiche pomeridiane: anche per queste gruppi “misti” come al mattino. Eh si non mi va proprio bene niente! Ad ogni modo le due gite a Dublino sono state piacevoli; staremo a vedere!

Filippo G.

Prime impressioni

Dun Laoghaire e’ una cittadina confortevole, le persone che ci vivono sono gentili e disponibili ed e’ una cittadina molto tranquilla .Al contrario Dublino e’ una citta’ molto frenetica ma altrettanto bella. La mia host family e’ molto disponibile e il cibo fin’ora e’ inaspettatamente buono, tutto tranne il caffe’.
Casa mia e’ anche molto comoda da raggiungere e sebbene sia in centro e’ molto tranquilla.

Alice

Nella galleria: National Gallery e foto di Dublino di Luca

 

21 luglio

Stasera disco, ecco la discoteca del venerdì, un appuntamento cui nessuno manca.
Abiti richiesti: bianco e nero e occhiali da sole.
Ingresso a sorpresa di….
Guardate!!!!

 

22 luglio

Oggi siamo stati a Glendalough. E dopo un’ora di pullman ci siamo ritrovati sommersi nella bellissima natura di questo parco naturale sopra le colline più alte di Dublino, dopo essere scesi dal pullman ed iniziato l’ escursione siamo arrivati in un antico cimitero e dopo aver fatto un piccolo break culturale in cui la guida ci ha spiegato la storia del posto, abbiamo proseguito il nostro cammino lungo una valle, costeggiando il bellissimo lago, fino ad arrivare, un po’ affaticati per la camminata, in un punto particolarmente panoramico, da cui abbiamo potuto osservare l’enorme estensione del lago, circondato da colline frastagliate che rendevano lo spettacolo ancora più emozionante.
Mangiato il nostro pocket lunch in questo scenario mozzafiato ci siamo diretti in pullman nell’ex prigione di Wicklow, in cui abbiamo assistito ad un percorso che ci ha portato a conoscenza delle condizioni dei prigionieri dell’epoca, dalle strette ed inospitali celle alle sale della tortura.

Niccolò

 

Son salito, allungandoti il braccio, su per un milione di scale
E ora che non ci sei c’ho le vertigini ad ogni gradino.
Anche così non è stata breve la nostra lunga salita
Il male dura tuttora, né più mi occorrono
La giacca, l’acqua,
Il sudore, gli sguardi di chi crede
che la salita sia quella che si vede.

Ho salito milioni di scale attaccandomi col braccio
Non già perché con quattro piedi forse si regge di più.
Con te le ho salite aggrappato perché sapevo che di noi due
Le gambe più allenate, sebbene tanto stanche,
erano le tue.

Eugenio Montanaro

(F. P.)

 

23 luglio

In questo weekend abbiamo avuto la possibilità di visitare alcuni luoghi caratteristici della città di Dublino e dell’area circostante.
Sabato ci siamo recati alla National Gallery, che ospita numero di quadri di diverse epoche, sia di artisti stranieri che locali. Ci siamo poi recati a Glendalough , un antico villaggio collinare che ospita uno dei primi monasteri fondati in Irlanda. Qui ci siamo inerpicati tra i sentieri per giungere in un altro piano dal quale il panorama era veramente mozzafiato: insomma, una fatica ripagata.
Infine, siamo andati a Wicklow Gaol punti un’antica prigione, oggi museo, che ci ha mostrato la dura vita degli irlandesi durante l’occupazione britannica.
Domenica, invece, abbiamo visitato il museo di Dublino, all’interno della capitale. Qui erano ricostruite numerose scene di vita e abitudini delle popolazioni vichinghe che si insediarono sul nell’isola, ma erano anche presenti reperti originali dell’epoca. Nel pomeriggio abbiamo poi avuto tempo libero da dedicare a shopping e relax in centro, per fortuna, almeno per oggi, sempre accompagnati dal sole.

Diego

 

25 luglio

Serata al bowling di Bray:il tragitto nel trenino è davvero bello e suggestivo!
Ecco qualche foto!

 

26 luglio

Se parliamo di cibo, qui a Dun Laoghaire siamo tutti contenti.
Rispetto alle aspettative, il cibo delle host family e’ abbondante: cercano di venirci incontro il piu’ possibile.
Ecco qualche aggettivo “rubato” ai ragazzi:
buono, caldo, accogliente, saziante, pesante, fragrante, saporito, non salutare, invitante, sfizioso, speziato, vario…

 

27 luglio

Nonostante non sia la mia prima volta all’estero con un gruppo viaggi, per me e’ la prima volta I’Irlanda e posso assicurare che e’ stata molto meglio di altri viaggi.
Il gruppo era fantastic, abbiamo subito fatto amicizia con tutti e ci siamo divertiti molto insieme. La family era semplicemente perfetta: io e al mio amico avevamo una intera camera tutta per noi con televisore e una vasta gamma di film a nostra disposizione. Il cibo oltre che tanto, era anche molto buono e la signora sempre gentile e disponibile. Le cose piu’ belle erano le escursioni pomeridiane, alternate ad attivita’ all’interno della scuola come cucina, sport e musica.
Dublino e’ meravigliosa, molto colorata e piena di vita, in particolare nella zona del Temple Bar. Le guide ci hanno spiegato un sacco di aneddoti sulla citta’ e sul Trinity College, il College piu’ famoso d’Irlanda.
Durante il tempo libero ci si poteva concedere allo shopping o a un buon caffe’ da Starbacks.
Insomma una vacanza molto divertente e che non potro’ mai dimenticarmi.

Edoardo

 

E’ un’ottima esperienza che consiglio vivamente a tutti per imparare ad approfondire il proprio inglese e stare a contatto con altre persone di altre nazionalita’ in un gruppo unito.

Luca

 

(…)Se devo trovare alcuni difetti dell’Irlanda, parlerei sicuramente del clima: le giornate erano caratterizzate da un continuo alternarsi di momenti di pioggia, momenti soleggiati ed altri nuvolosi.
In piu’ abbiamo potuto notare come il costo della vita e I prezzi siano molto alti, sopratutto i generi alimentary come la frutta. Tuttavia non posso che essere molto felice di questa vacanza in Irlanda, anche perche’ ho avuto la possibilita’ di apprezzare la comunita’ locale e la popolazione “quasi sempre” molto cordiale e gioviale.

Diego

 

28 luglio

Stamattina c’e’ stata la consegna dei diplomi: noi, come altri siamo in partenza. Ci rimangono due giorni di escursioni e un’ultima mattina di lezione (lunedi’).
Nel pomeriggio attivita’ a scuola, oggi tra le scelte anche la piscine.
Le escursioni: domain andiamo a Killkenny, una cittadina mediovale verso l’interno del paese, visita al castello e tour per la citta’.
Domenica invece, con la dart, andremo a Howth, tipica cittadina di pescatori, nella baia di Dublino.
Dicono che abbiamo portato il sole, perche’ a momenti e’ estate, anche se negli ultimi giorni la pioggia e’ stata inclemente e improvvisa.
Questo e’ davvero un bel gruppo, amicizie che resteranno, speriamo, nel tempo.

 

I nostri cuochi

 

si sta come d’estate sugli alberi d’Irlanda
mentre il vento repentino mi sferza i capelli violentemente
mentre la pioggia  mi colpisce uggiosamente
che mi rimembrava tuttavia il tempo della giovinezza.
Sempre caro mi fu questo ermo colle
dove si erge la mia dimora tra prati verdi rigogliosi
e fiorenti terre dove riscopro il fanciullo che è in me.

Martin

 

 

 

I commenti sono chiusi.