Bugibba – Malta

MALTA 1° giorno

Ore 3.30, suona la sveglia. La valigia è già pronta da giorni e la voglia di partire è tanta; sto finalmente per prendere il mio primo aereo. Al check-in ci fanno aspettare più di un’ora e prendiamo il volo all’ultimo. Fila 7 posto B. Arriviamo a Roma dopo un viaggio piuttosto tranquillo, il tempo di fare colazione (con l’ultimo cappuccino buono!) e prendiamo il secondo volo, diretto a Malta. Arrivati a La Valletta, capitale dell’isola, ci aspettano 30 minuti di pulmino per arrivare all’albergo, credo siano stati i 30 minuti più lunghi della mia vita! Giunti sani e salvi, dopo un abbonate pranzo, ci fanno finalmente vedere la camera: due bagni, due camere e un salottino; io e le mie compagne non vediamo l’ora. Dopo esserci riposate e aver disfatto le valigie, finalmente mare! Per raggiungere la spiaggia prescelta ci siamo avventurati per un percorso poco convenzionale, attraverso scogli e cespugli. La spiaggia è bellissima e dopo un pomeriggio in compagnia è finalmente il momento di tornare in albergo e riposarsi.

 

MALTA 2° giorno

Oggi abbiamo fatto il test d’ingresso per assegnarci alle classi che ci rispecchiano di più: c’è chi ne sa di più e chi ne sa il giusto. Se poi saremo nella stessa classe ancora meglio. Pensare che in un solo giorno si è creato un feeling tra tutti noi, figurarsi in due settimane. C’era chi era rilassato, chi si sentiva di nuovo a scuola e chi si stava chiedendo quando fosse il prossimo volo per tornare a casa. Ma comunque non eravamo così spaventati da questo test, avevamo imparato molto in questi anni di vita e finalmente possiamo dire che ci sono serviti. Ecco è il momento: ora sapremo con chi saremo.  Devo dire che siamo contenti: alcuni sono andati nelle classi basse e medie ma almeno hanno la compagnia di altri di noi, altri sono nei corsi più alti e hanno trovato coloro che possono migliorare il loro apprendimento.  Per non parlare della utilità di essere non solo italiani ma anche Russi e Polacchi. Insomma credo proprio che siamo contenti di essere qui, per ridere, per imparare ma soprattutto per divertirci. E a proposito di questo, oggi pomeriggio siamo andati al mare: ci siamo divertiti molto, il mare di Malta è stupendo.  E pensare che pochi giorni fa non ci conoscevamo nemmeno, questo è quello che io chiamo “destino”.

 

 

MALTA 3° giorno

La routine quotidiana si è ormai integrata fra di noi: suona la sveglia alle 7.00 ci vestiamo e andiamo a fare colazione, il miglior pasto della giornata.
8.15 ritrovo nella hall per andare a scuola in pullman privato, come sempre le ragazze sono in ritardo (ma non è sempre vero!). Arrivati a scuola, ognuno di noi é andato nella propria aula ed abbiamo iniziato a fare lezione . Dopo diverse attività intermezzate da un piccolo break, la seconda parte della mattinata è volata via. Finito di fare lezione siamo tornati in hotel per pranzare e, dopo una piccola dormita, direzione mare, dove un’altra fantastica spiaggia ci ha fatto passare questo pomeriggio, la Golden Bay! Dopo una doccia veloce nel nostro hotel, eccoci tutti insieme pronti per cenare e uscire per festeggiare il diciottesimo di Stella!

 

Oggi è un giorno un po’ speciale qui a Malta. Oggi compio 18 anni, un traguardo importante!

Siamo qui da quattro giorni e non mi sono ancora completamente abituata alla routine. Le automobili prendono le rotonde al contrario, le luci rosse e gialle si illuminano contemporaneamente prima che scatti il verde, la pasta è troppo cotta e dolce e la gente ha uno strano accento, un misto tra turco e inglese.

Svegliarsi alle 7.15 per cominciare la giornata non è sempre facile, spesso preferirei restare a letto fino a tardi, ma quest’isola è ancora tutta da scoprire e io sono molto curiosa. Le lezioni accompagnano le nostre mattinate e spesso la scuola organizza qualche evento speciale: c’è una ragazza sorridente, bassa e con i capelli tinti di giallo che invita tutti a ballare canzoni spagnole; ci sono ragazzi che raccolgono bottiglie e bicchieri di plastica per riciclarli e dargli una nuova vita; ci sono mille culture diverse che si mischiano, linguaggi che si intrecciano e ragazzi che fino a qualche giorno fa non si guardavano neanche, ora parlano tutto il tempo in inglese.

Per ora il posto che più mi è rimasto nel cuore è la Valletta, la capitale di Malta. Ci sono due grandi porti, il mare è ricoperto di barche, i negozi di souvenir non mancano, insieme alle cabine telefoniche londinesi e ai parchi pieni di fiori coloratissimi.
Ma ci sono ancora tantissime cose da fare, vedere, provare. E io sono pronta per divertirmi sempre di più!

 

È già il quinto giorno che siamo a Malta, e sebbene manchino ancora 10 giorni al rientro, il tempo sta passando davvero veloce… Scommetto che tra poco sarà già ora di tornare in Italia 😂.

Vabbè, scherzi a parte mi sto divertendo ed ho stretto buone amicizie, soprattutto con i miei compagni di stanza, e non posso che esserne felice!
Parlando dell’hotel sinceramente non è niente di speciale… 4 stelle forse sono un po’ troppe… Soprattutto per quanto riguarda il cibo, per i miei gusti si salva solo per la presenza di molti piatti tra cui scegliere. Ma sappiamo che in Italia siamo abituati molto bene e all’estero all’inizio facciamo un po’ fatica.

La giornata di oggi è stata abbastanza intensa. Ci siamo svegliati come di consueto alle 7 e per le 9 siamo arrivati alla Link School, corso di potenziamento di inglese con diverse sezioni che si distinguono per difficoltà…a me hanno messo al penultimo livello, e nonostante il primo giorno mi sembrasse un po’ difficile…piano piano mi sto abituando (molto lentamente XD).

Nella mia classe ovviamente non siamo tutti Italiani, ci sono polacchi, spagnoli e tedeschi, ed il loro Inglese è veramente di un livello totalmente diverso da quello parlato dagli italiani; questo mi spingerà ad impegnarmi di più nei prossimi anni magari.

Finalmente, finite le lezioni alle 12:30 siamo rientrati in albergo per il pranzo e per le 15 siamo partiti per la St. Peter ‘s Pool, una spiaggia con degli scogli dai quali tuffarsi. Molto bello!

Era anche la prima volta che mi tuffavo dagli scogli e ci sta come cosa! in più l’acqua era abbastanza profonda e si nuotava da dio, e meno male che avevo portato gli occhialini, si vedeva tutta la fauna marina, molto emozionante!

Ho rimpianto di non sapere stare in apnea.
E niente, ora stiamo tornando all’hotel… Speriamo in una buona cena ahah!

 

6 luglio 
Come siamo abituati ormai da un po’ di giorni, ci alziamo verso le 7:15 per recarci a colazione e andare a lezione di inglese alle 9 in punto, che dovrebbe essere lo scopo principale del viaggio, anche se pensiamo di più a come divertirci nel pomeriggio!

Dopo le lezioni ci avviamo verso il ristorante per pranzare.
Finito di mangiare c’é chi va a riposarsi in camera e chi va al minimarket per fare acquisti fondamentali per la sopravvivenza (pane e nutella).

Invece di passare il pomeriggio al mare, come fatto fino ad ora, siamo andati nella piscina sul tetto dell’hotel che, anche se non ha il fascino del mare di Malta, ci ha fatto trascorrere un buon pomeriggio.
Verso le 8 di sera invece ci avviamo a cena, ottima come al solito… per poi trascorrere una bella serata tutti insieme!

 

7 luglio
Quando penso al tempo passato, mi sembra di essere qui da poche ore, ma se penso ai rapporti che si sono instaurati con gli altri, mi sembra di conoscerli da tutta la vita!
Passiamo le giornate a confidarci segreti, a darci consigli in amore e a ridere e scherzare. La nostra è diventata una sorta di grande famiglia, abbiamo età diverse, gusti diversi, vite diverse, ma in questa settimana si è instaurato tra noi un legame che definirei unico. Ho veramente trovato il miglior gruppo che potessi trovare, sono stara davvero fortunata!
La giornata di oggi è iniziata in modo catastrofico, la partenza era prevista per le 8 e dopo quattro sveglie e il solito caffè scadente siamo usciti. Dopo un’ora di viaggio, tra pullman e traghetto, abbiamo raggiunto la nostra destinazione, Gozo. Grazie alle indicazioni della nostra guida abbiamo visitato alcune parti dell’isola e alla fine, fatto il bagno in uno dei mari più belli di Malta. Tornati in albergo, abbiamo assistito a uno degli eventi più sconvolgenti di tutta la vacanza; la separazione del trio di cui Donatella, la nostra accompagnatrice, è rimasta sconvolta. Ora stiamo uscendo, ci aspetta una bellissima serata!


8 luglio

Sveglia alle 7:30 del mattino, la nostra destinazione mattutina è quella dell’isola di Comino, un’isola inserita tra le più grandi Malta e Gozo. Per arrivarci abbiamo utilizzato prima il pullman e successivamente un imbarcazione con la quale abbiamo raggiunto Comino.
L’impressione che la trasparenza ci ha suscitato è quella di una piscina! Un’acqua cristallina di un color azzurro impressionante.

Dopo aver fatto una nuotata nei dintorni del luogo dove avevamo lasciato i nostri averi, ci siamo diretti ad una parte separata dell’isola, Cominotto, dove vi è una grotta che attraversa la scogliera. All’interno di questa alcuni di noi si sono avventurati e c’è chi ne è uscito con un piccolo regalino da parte delle fatidiche meduse che si erano già fatte sentire in precedenza.Comunque un’esperienza assai entusiasmante!

Circa alle 12:30 abbiamo fatto rientro sull’isola di Malta e abbiamo pranzato in albergo. Più tardi, molti di noi si sono riuniti in piscina dove alcuni hanno preso il sole e altri hanno fatto il bagno. Per le restanti ore, fino all’ora di cena, ci siamo rintanati nelle nostre camere a scherzare e a parlare su argomenti giovanili. La cena forse, è stata migliore del pranzo (devo dire comunque a riguardo che noi.. soprattutto noi bolognesi mangiamo da dei in confronto al resto del mondo). In serata siamo andati in pullman ad una festa paesana, non lontano da La Valletta, dove giostre e musica hanno rallegrato la nostra serata!

 

MALTA 9 luglio

Oggi lunedi 9 luglio, siamo stati svegliati alle sette dal terribile suono della sveglia che ci rammendava che era ora di dare inizio ad un lungo e intenso lunedí, nonostante la stanchezza però, senza (troppe) lamentele, alle otto e un quarto eravamo intenti a salire sul nostro ormai caratteristico autobus privato diretto alla nostra meta preferita… la scuola!!! (…)
Che abbiamo raggiunto in circa venti minuti, ansiosi di sapere cosa sarebbe successo nella seconda settimana, dato che i nostri vecchi compagni di classe, quasi interamente polacchi, avevano terminato la loro vacanza studio nel weekend; ma per fortuna almeno nel mio caso e a mio parere le cose sono rimaste pressochè le stesse.
Dopo un’ora e mezza di lezione abbiamo avuto mezz’ora di tempo per socializzare con gli altri ragazzi e mangiare qualcosa e in seguito abbiamo continuato a fare lezione fino alle 12.30 quando il nostro autobus ci ha riportati in hotel per pranzare.
In seguito alle due in punto, senza perdere troppo tempo, ci siamo apprestastati a salire nuovamente sul bus diretti ai templi Hagar Qim e Mnajdra i più antichi in assoluto, e come del resto tutti i templi megalitici, proprietà dell’Unesco, situati al sud dell’isola, infatti ci abbiamo messo circa 45 minuti ad arrivare ma credo di parlare a nome di tutti dicendo che ne è valsa assolutamente la pena data l’antichissima storia di questi templi.
Subito dopo ci siamo recati al mare, da lí poco distante per rifrescarci un minimo, nonostante le numerose lamentele dei miei compagni di viaggio riferite al poco tempo speso al mare vorrei argomentare dicendo che non è sempre possibile soffermarci quanto desideriamo nei luoghi di svago come il mare date le numerose cose da visitare ma è giusto fare un costruttivo bilanciamento.
Dopo il mare siamo tornati in hotel a mangiare e a passare una serata rilassante

 

10 luglio

Il tempo passa sempre più velocemente. Sinceramente sono molto contento del gruppo, mi trovo bene con tutti e sono sicuro che anche dopo la vacanza il bellissimo legame che si è instaurato tra noi continuerà; ci stiamo già organizzando per vederci dopo il nostro ritorno! Oggi è martedì e sono ricominciate le lezioni, la routine è la stessa. Tornati in albergo, dopo aver pranzato ed esserci riposati, ci siamo avviati verso una meta a noi nota: la spiaggia di Mellieha. Questa volta, anzichè prendere un pedalò, alcuni di noi hanno fatto un giro sul “bananone”, una banana gonfiabile trainata ad alta velocità da un motoscafo. Dopo svariate ore di sole, gelati, partite a schiaccia cinque e risate, ci siamo diretti alla fermata. Abbiamo aspettato il 221 per quasi due ore: tutte le volte che un autobus girava l’angolo iniziavamo ad esultare, ma prima che arrivasse il nostro abbiamo fatto in tempo a stancarci. Alle 21 siamo arrivati in albergo e, dopo un travagliatissimo viaggio, abbiamo cenato. Dopo una lunghissima giornata ora possiamo finalmente passare un po’ di tempo in tranquillità, per poi riposarci; domani ci aspetta un’altra giornata ricca di emozioni e divertimento 😀

 

Malta 11 luglio
Mancano 5 giorni alla partenza e quasi quasi mi dispiace lasciare questo posto ricco di storia e di borghi medievali.
Le spiagge anch’esse son belle ma tra le tante in cui siamo andate, le migliori sono quelle in isolette vicine.
Come tutti i giorni, anche oggi, la nostra mattina è cominciata andando a lezione nella Link School of English; abbiamo iniziato alle 9 e finito alle 12:30. Successivamente siamo tornati in hotel per pranzare e senza riposarci un secondo siamo saliti sul pullman diretti verso Mdina e Rabat.
Abbiamo visitato il museo romano di Rabat e poi abbiamo fatto un giro nel paesino visitando la cattedrale di San Paolo.
Verso le 18 siamo tornati in hotel e abbiamo terminato la giornata con un bel bagno in piscina.

 

Malta 12 luglio
Undicesimo giorno. Come ogni mattina siamo andati a scuola per fare il corso di inglese, domani ci sarà l’ultima lezione. La giornata di oggi è stata diversa dalle altre, e fino ad ora è stata la mia preferita. Questo pomeriggio siamo andati in spiaggia, in una delle nostre preferite, a Mellieha (quella in cui abbiamo preso il pedalò e il bananone). Appena arrivati siamo partiti tutti con due pedalò e tre canoe, siamo andati al largo e abbiamo fatto il bagno tutti insieme. Il tempo è passato molto veloce, ci siamo divertiti moltissimo. Intenti a tuffarsi e ridere, non ci siamo accorti di esserci allontanati molto dalla spiaggia; dopo svariati strilli e chiamate di Damian e Donatella, i nostri accompagnatori, siamo tornati a riva. Dopo parecchie ore di divertimento, abbiamo cenato con un hamburger in un chiosco in riva al mare. Dopo cena ci siamo fermati in spiaggia, abbiamo stracciato un gruppo di studenti francesi a pallavolo e abbiamo fatto il bagno di notte nella bellissima baia, illuminata dalle luci della città. Quella di oggi è stata senza dubbio la giornata più bella della vacanza fino ad ora! Credo che l’ottima compagnia del mio gruppo abbia contribuito a renderla ancora più bella.

 

Malta 13 luglio
Ultimo giorno di scuola, nonché ultimo giorno di sveglia alle 7.15, domani dormiremo fino alle 10.00! Le lezioni oggi sono state più divertenti e incentrate sul gioco e sui saluti. Oggi avevamo il pomeriggio libero, ciò significava solo una cosa per noi: shopping a La Valletta. Dopo un’ora di autobus, verso le 16.30 siamo arrivati nella capitale dell’isola. Eravamo già stati lì per visitare i monumenti principali, come la Coocattedrale di San Giovanni e Forte Sant’Elmo, il museo della guerra della città. Avevamo tutti aspettative molto più alte riguardo ai negozi presenti, ma nonostante ciò, abbiamo trascorso un gradevole pomeriggio insieme, girovagando per le bellissime vie del centro città. Giunta sera, siamo tornati in albergo per cenare ed esausti dalla giornata di oggi, per riposarci e prepararci a domani. Tra soli due giorni questa avventura finirà, so già che mi mancheranno tantissimo i miei compagni di viaggio: all’arrivo eravamo diciassette sconosciuti, ora siamo quasi come fratelli.


Giorno 14
Oggi abbiamo passato l’ultima giornata insieme, domani sarà l‘ultimo giorno effettivo ma non staremo insieme tutto il tempo. Oggi è sabato, quindi non siamo andati a scuola. Stamattina abbiamo avuto del tempo libero: alcuni di noi sono andati in piscina, altri a fare un giro, altri sono rimasti in camera e hanno dormito o hanno iniziato a preparare le valigie. Domani partiamo, nessuno di noi ha ancora realizzato il fatto che siano passate già due settimane. Pomeriggio, dopo pranzo, siamo andati tutti insieme a Paradise Bay, una spiaggia in cui non eravamo ancora mai stati. Abbiamo giocato, preso il sole, bevuto granite e riso; quando siamo tra di noi il divertimento non manca mai e il tempo vola. Trascorse alcune ore siamo tornati in albergo, abbiamo cenato, e come ogni sera staremo tra di noi: stasera sarà l’ultima sera tutti insieme. La cosa più bella di questa avventura è stata sicuramente la compagnia, eravamo 17 sconosciuti e ora siamo indivisibili! Mi mancheranno un sacco i miei amici!


Malta 15 luglio
Oggi é l’ultimo giorno e il compleanno di Fede.
I minuti e le ore scivolano veloci come gocce su un vetro durante una giornata piovosa.
Mi sembra siano passati solo 5 minuti da quando a mezzanotte con un pezzo di torta in mano per festeggiare il 15enne oppure da quando ci siamo svegliati alle 5 per guardare l’alba sul mare.
Ora siamo su questo bus diretti verso l’aeroporto, come fanno a essere già passate due settimane?
Vorrei fermare il tempo oppure riavvolgerlo come un nastro e fare ripartire tutto dall’inizio.
Non cambierei nessuna delle mie scelte che in fondo mi hanno fatto crescere e scoprire nuovi lati di me stessa. Ma credo che ognuno sia cresciuto durante questo viaggio.
Mi viene una fitta al cuore a pensare di dover salutare tutte queste persone: ho l’impressione che sarà tutto diverso senza di loro.
Mi mancano già anche se sono ancora tutti qui vicino a me.

I commenti sono chiusi.