Montpellier, Francia 1987

“Credo che gli aspetti più interessanti siano stati: il coinvolgimento nella lingua non solo durante le lezioni ma per tutto l’arco della giornata; il vivere a stretto contatto con giovani di tutti i Paesi con i quali, per fare amicizia, si era costretti a parlare il francese, quindi un motivo in più per utilizzare la lingua”. (Anna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *