Barentin-Parigi, Francia 1988

“Barentin, un paese immerso nel verde:

Abbiamo visitato la sua cattedrale e il municipio dove il sindaco, con le autorità locali, ci ha accolto in modo semplice e cordiale, faccendoci sentire fra amici. David, uno dei loro “moniteur” e la nostra guida Emmanuelle ci hanno fatto trascorrere tanti momenti allegri insieme a Francesi e Tunisini. Per capirci abbiamo dovuto parlare francese, imparando parole nuove soprattutto dai bambini che hanno avuto più pazienza dei grandi. Altrettanto importante è stata la “Journée Tunisienne” a Veule-les-Roses con pranzo tipico del Nord Africa, danze folkloristiche e giochi ai quali abbiamo partecipato insieme ai nostri nuovi amici.

Attraversando la campagna normanna abbiamo incontrato nei pascoli verdeggianti le simpatiche mucche pezzate (tante care a Ida!). A tutti sono piaciute le strane casette chiamate “chaumières” dal tetto ricoperto di paglia. Un breve ma intenso sguardo sulla Ville Lumière con la guida esperta di Johanna ci ha permesso di sentire l’atmosfera ma gica di Parigi che ancora una volta non ha deluso chi per la prima volta la visita. Il viaggio è terminato, torniamo a casa. Lasciamo in Francia tanti amici, ma portiamo con noi quelli con i quali abbiamo vissuto fantastiche avventure.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *