Antibes, Francia 1990

Ambasciatori della nostra Bologna (e dell’Italia) in avanscoperta verso la Côte d’Azur: ecco cosa ci scrivevano!

Mi sono sentita come un ambasciatore che ha il dovere, ma anche l’onore di fare da portavoce, di trasmettere i propri usi e costumi e di apprendere quelli del paese che lo ospita senza pregiudizi di ogni sorta, con il desiderio di essere davvero uomini del futuro”. (Chiara, 16 anni)

“Caro diario, sono sulla Costa Azzurra ormai da una decina di giorni. Ho imparato a stare a contatto con la gente e a comunicare in una lingua che non è la mia. Ho capito infine che una vacanza all’estero, così come la “scoperta” di una nuova città è un’esperienza irripetibile che va conservata nel proprio cuore come un piccolo e prezioso tesoro“. (Daniela, 15 anni)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *