Edimburgo, Scozia 1992

Tra kilt, cornamuse e cagnolini di famiglia, ecco cosa ricordano alcuni dei ragazzi di Edimburgo 1992.

Non dimenticherò mai la gentilissima famiglia che mi ha ospitato, la casetta a due piani in cui ho vissuto, il cane che tanto ha allietato il mio soggiorno con i suoi peli sparsi un po’ ovunque ed il suo inspiegabile, sviscerato amore per le mie scarpe” (Francesca, 18 anni)

“Il Comune organizza queste vacanze studio non solo per consentire ai ragazzi di apprendere una nuova lingua, ma ha anche lo scopo di far nascere nuove amicizie“. (Laura e Valerio, 17 anni)

“Durante le tre settimane di soggiorno a Edimburgo il weekend ha rappresentato un’ottima occasione per stare in famiglia e quindi per creare un rapporto più stretto fra me e chi mi ospitava…non solo mi sono divertita, ma ho avuto modo di sentirmi sempre più parte della famiglia che mi ospitava“. (Elisabetta, 18 anni)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *