Harrogate, Inghilterra 1994

 

“Molto comprensivi, simpatici, oltremodo intelligenti e disponibili – e sembrava di vivere nella vecchia fattoria: avevano un cane, un gatto (del vicino), una tartaruga, otto pesci, undici pappagalli ed un coniglio”.

“Pensare di passare tre settimane d’estate a studiare inglese può sembrare un’idea per secchioni o per pazzi, eppure è quello che è capitato a noi! Ogni mattina ci svegliamo, facciamo colazione e andiamo in classe. Appare una cosa noiosa ma non è affatto così. Per imparare la lingua facciamo giochi e ascoltiamo delle canzoni: il modo di insegnare inglese qui al college non ricorda nemmeno vagamente il metodo italiano”. (Lara, 13 anni)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *