Monaco, Germania 1995

Un viaggio “strutturato e divertente” che insegna, passando dal confronto.

Prima di partire per Monaco non ero molto convinto di volerci veramente andare, perché ero turbato all’idea di doverci andare tutti i giorni, per cinque ore, ed oltretutto in vacanza, a scuola. Ma poi questo corso si è rivelato ben strutturato e divertente, al punto che non mi dispiaceva affatto l’idea di dover andare a scuola ogni giorno. Questo fatto è stato reso possibile anche dai professori, che io immaginavo molto severi, ma che invece si sono dimostrati soprattutto competenti, oltre che simpatici ed allegri” (Daniel, 14 anni)

“..un’altra cosa che mi è piaciuta molto sono le trasmissioni per bambini proposte dalla televisione tedesca (avendo una sorella piccola e dato che nella mia famiglia ospitante c’era una bimba di quattro anni ho avuto il modo di fare un confronto): innanzitutto vengono trasmesse ad orari molto più normali e non alle otto del mattino! In secondo luogo i cartoni proposti sono molto più belli e meno “violenti” dei nostri” (Francesca, 17 anni)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *