Worcester, Inghilterra 1997

 

Non avrei mai creduto che gli autisti dei bus cambiassero il numero dello stesso durante la corsa. Non avrei mai creduto che il cibo della famiglia che mi ospitava  fosse così buono e, se non fosse per la sincerità dell’ago della bilancia, direi che sono anche ingrassata. Ripensando a questi 21 giorni capisco che questa vacanza mi ha dato moltonon parlo solo del corso di inglese, ma anche da un punto di vista umano, di scambio di idee, di contrasti che ti aiutano a crescere e a migliorarti“.

Worcester è bellissima, con i suoi edifici in legno, bianchi e neri; la cattedrale maestosa e le infinite stradine secondarie che ospitano negozi di antiquariato, ceramiche, orecchini e candele profumate; ci sono anche tantissimi e bellissimi pubs, peccato non averli visitati tutti!” (Erika)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *