Montpellier, Francia 2001

“Dopo il viaggio di QUATTORDICI ore in treno, arrivare a Montpellier ci è sembrato un miracolo !!!!! Il posto è bello e la città è molto grande e piena di giovani.
Alla scuola di italiani ci siamo solo noi, ma ci sono molti spagnoli, olandesi e vietnamiti.
Le camere sono molto belle ed accoglienti…”. (Costy, Vale, Chiara e Giulia)

E’ divertente notare come vi siano caratteristiche ricorrenti nella personalità di ragazzi dello stesso paese. Ad esempio, gli spagnoli sono tutti molto espansivi ed allegri, gli olandesi invece estremamente chiusi e timidissimi, i vietnamiti precisi e “secchioni” e, per finire, i tedeschi hanno rotto lo stereotipo dei gelidi nordici dimostrandosi veramente affabili e simpatici. E’ importante che in occasioni del genere si sia instaurato un clima festoso e comunitario, privo di stupidi pregiudizi legati a stereotipi sulle nazionalità“.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *