Montpellier, Francia, 2003


I ragazzi del soggiorno-studio a Montpellier raccontano la propria esperienza

“Salve a tutti! Qui a Montpellier si fanno tante escursioni e noi vi raccontiamo quella di sabato scorso, quando siamo andati a visitare la pittoresca cittadina d’Avignone. Siamo arrivati verso le 11:30 dopo un viaggio di circa un’oretta. Dopo avere mangiato il pranzo al sacco in un parco, ci hanno dato del tempo libero e noi italiani abbiamo deciso di andare al Palazzo dei Papi: lo abbiamo visitato tutto con l’accompagamento di una guida telefonica! è stato veramente molto interessante!! Sucessivamente ci hanno portato al Pont du Gard, un ponte molto caratteristico sotto al quale scorre il fiume Rodano. L’acqua era bellissima ed il tempo era splendido, ma sfortunatamente si erano dimenticati di dirci di portare il costume, quindi non abbiamo potuto fare il bagno! A presto!!!”

“Usciti dalla residenza in una soleggiata mattina con una canicola da far strippare, saliamo sul pullmann in direzione di Aigues Mortes, un antico porto fortificato della Camarga. All’andata ci deliziamo con delle tipiche canzoni popolari francesi, l’autista risulta totalmente insensibile al nostro grido di dolore. Arriviamo verso le 11 e mezza e facciamo il giro delle antiche mura e dell’imponente fortezza che le sovrasta: la Tour de Constance. Il cielo è sconvolto da una miriade di rondini impazzite, l’atmosfera ricorda “I Corvi” hitchkochiani… Ripartiamo e dopo poco arriviamo a Les Saintes Maries de la Mer, una località balneare molto carina a una manciata di chilometri da A.M. Intanto l’autista si è sintonizzato su una radio decente, e tutti noi tiriamo un sospiro di sollievo. Mangiucchiamo il panino imbottito di burro (tanto) e di una sottilissima fetta di un qualche salume indefinito, nel mentre raggiungiamo la spiaggia e ci spaparanziamo al sole. Poco dopo le 5 si riparte e si torna a le Clemenceau, ognuno con l’abbronzatura variante fra le tonalità del rosso acceso e del marroncino – toast. Hola!!!”

“BONJOUR TOUT LE MONDE!!!!! la vacanza sta ormai per terminare e per festeggiare il nostro soggiorno, ieri sera siamo andati a cena in una vera brasserie française; il cibo era ottimo e come vuole la tradizionze italiana siamo rimasti a tavola per più di tre ore, al contrario di quando mangiamo per mezzora alla mensa della scuola. E’ stata una serata piacevole e fresca – questo vi farà molta invidia visto il caldo torrido che patirete a Bologna. Le diner à la française è stata la degna conclusione del pomeriggio passato nella città di Nimes, dove abbiamo visitato un magnifico giardino, una casa dell’antico impero romano perfettamente intatta e una sorprendente arena romana, usata tuttora per spettacoli musicali come pure delle corride con i famosi, poveri tori neri della Camargue, attività che ricorda l’antico uso di questo luogo (bello ma con nulla a che fare con il nostro colosseo). Domani sera andremo tutti in discoteca, mentre quasta sera noi italiani andremo alla piscina olimpionica di Montpellier. Ora devo chiudere perché mi aspetta un’eccitante partita di tennis. au revoir!” (Silvia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *