Teignmouth, Inghilterra 2004

I ragazzi partiti a Teignmouth ci raccontano la loro esperienza. Sfogliamo le pagine dei loro diari:

“Appena siamo arrivati, il paesino ci è sembrato molto caratteristico e accogliente, ci siamo tutti stupiti dalla bellezza del mare. Anche il nostro college era accogliente, molto grande e molto attrezzato. Infatti vi è la piscina, il campo da tennis e calcio. Lo staff organizzava sempre serate simpatiche, ad esempio la festa hawaiana oppure la festa in piscina, ma queste sono solo due delle tante. Le camere non sono grandissime ma sono belle, alcune con vista sul mare. In quanto al “mangiare”: no comment. Comunque è stato tutto bellissimo!” (Nicolò)

“Mancano solo tre giorni al ritorno a casa… queste due settimane sono passate in frettissima. Mi sono divertita moltissimo, le amicizie qui si fanno velocissime e non ho per niente voglia di tornare a casa… se non per una cosa: il mangiare! Ma non è certo questo che ti fa questa una brutta vacanza… Le attività sono divertentissime. La vita a Teignmouth è molto spensierata! Tutte le gite e le escursioni che abbiamo fatto sono state troppo interessanti, anche se di musei e monumenti non ne abbiamo visti neanche un po’… per fortuna! Infatti quando uscivamo da Teignmouth ci facevano girare per tutta la città e tutti i negozi… fantastico! Sicuramente questa è un’esperienza da fare perché qui si sta veramente benissimo! Ciao.” (Caterina)

“L’ultima serata è stata indimenticabile. Prima c’è stato il barbecue. Abbiamo mangiato tutti insieme nel giardino del college. E forse proprio per questo il cibo ci è sembrato più buono. L’atmosfera era vellutata e l’aria traboccava di allegria. Lentamente scendeva la sera e al tramonto ci siamo stretti attorno ad un falò a parlottare concitatamente. Non usavamo una lingua precisa per capirci con i ragazzi delle altre nazionalità e spesso sorridevano per il nostro inglese non proprio perfetto. I ragazzi del gruppo di Siena si erano vestiti da ragazza e quando ci hanno raggiunti non siamo riusciti a trattenere le risate! Finito il falò ci siamo cambiati e… subito in discoteca! Abbiamo ballato fino a non capire più cosa facevamo. Le luci facevano capriole di colori, la musica e le persone erano una cosa sola. Le ore ci sono scivolate tra le dita e ci siamo resi conto troppo tardi che era il momento degli addii. I flash delle macchine fotografiche si confondevano con le lacrime. Abbracci infiniti e frasi di ricorrenza non possono bastare a colmare il dispiacere. Una cosa è certa: questa vacanza non sarà mai dimenticata.” (Beatrice e Sofia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *