Scarborough, Gran Bretagna 2005

Leggiamo insieme qualche pagina di diario che ci racconti di Scarborough:

“Appena arrivati a Scarborough, reduci da un lungo e faticoso viaggio, la prima impressione che ho avuto riguardo alle famiglie ospitanti, non era stata positiva, ma, appena salita in macchina con i miei “nuovi” genitori, mi sono subito resa conto di quanto fossero gentili e simpatici. A casa ci hanno accolto (mi trovavo in questa famiglia con un’amica) come se ci conoscessero da anni e facessimo già parte di loro. Sono stati sempre molto disponibili e cordiali e ci facevano sempre ridere con le loro battte (a dire il vero, a volte, non capendo quello che stavano dicendo, ridevamo solo per cortesia). Si sono sempre preoccupati per noi e durante queste due bellissime settimane non ci hanno mai fatto mancare niente. Ci hanno sempre lasciate abbastanza libere e non ci hanno mai obbligato a fare niente. In conclusione, buona parte della vacanza è stata rappresentata dalla famiglia che ha contribuito a rendere questo viaggio ancora più speciale.” (Federica)

La compagnia: il meglio che si possa aspettare! Non dimenticherò mai la simpatia degli spagnoli, socievoli e simpatici, e di sicuro non dimenticherò tanto facilmente il gruppo dei tedeschi: la simpatia di Lars, i continui “boring” di Felix e la bellezza di Lynn, ma anche Fenia ed Eva. Tra di noi si era instaurata un’amicizia così solida che alla partenza sono scoppiato in lacrime. Ci tengo a precisare che sono una persona che si commuove molto, moltissimo di rado. Altro particolare che non dimenticherò molto facilmente è la mia famiglia ospitante. Ormai gli volevo bene come alla mia vera famiglia. Il giorno prima di partire mi hanno persino regalato l’ultimo libro di Harry Potter! Voglio precisare che i miei “genitori” non erano affatto ricchi. Quando stavamo per partire si sono anche commossi. Anche col gruppo italiano mi sono trovato benissimo. Comunque penso che non dimenticherò tutto il viaggio molto facilmente. Grazie mille a tutti gli accompagnatori e agli organizzatori. Grazie mille. Italia stiamo arrivando!” (Alessandro)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *