Greenwich 1, Gran Bretagna 2008

Com’è stata questa vacanza studio?

“Alla sera ci riuniamo con gruppi di altri Paesi che stanno vivendo la nostra stessa avventura: con loro chiacchieriamo e alleniamo il nostro inglese con la musica che ci accompagna. Se qualcuno vuole imparare una lingua divertendosi, questa vacanza offre tutto ciò che serve: si conosce gente nuova con cui discutere e confrontarsi, si fanno lezioni di inglese, si balla, si scherza!” (Najah)

“Prima di partire da Bologna ero ansioso di conoscere la famiglia che mi avrebbe ospitato. Quando ho conosciuto i membri della mia famiglia, ho scoperto che questa, come tante altre, è una normale famiglia metropoFoto di gruppolitana con alcune regole diverse dalle nostre italiane, ad esempio l’orario della cena e il tipo di cibo. È bello comunque stare con loro ed essere trattati senza troppe formalità.” (Giovanni)

“Non dimenticherò mai … Harrods e non perché è un gigantesco centro commerciale dove si può trovare ogni cosa dalla cioccolata ai più fantasiosi giochi per bambini ma perché per arrivarci la nostra guida inglese ha dovuto interpellare passanti di ogni razza, entrare e uscire dal metro, superare la sorveglianza degli uscieri che devono tener lontani gli studenti con zaini, ma infine…ne è valsa la pena.” (Ilaria)

“Durante le lezioni i professori insegnano l’inglese che può essere utile in situazioni quotidiane, facendo divertire gli alunni e rendendo così meno pesante la lezione. La cosa più positiva di queste lezioni è quella che gli studenti possono direttamente intervenire in inglese nei dibattiti proposti dagli insegnanti.” (Giorgio)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *