Sunshine Beach, Australia 2008

Dai racconti dei ragazzi si evince che questa è stata davvero un’esperienza indimenticabile!

“Ancora non riesco a capacitarmi del fatto che ci troviamo agli antipodi rispetto all’Italia. Penso all’Opera House, alla vista mozza fiato della Sydney Tower, alle provocanti installazioni della biennale e, perché no, anche alla scandalosa cena a Chinatown e mi sembra di essere in una qualsiasi grande metropoli del mondo. Poi invece mi vengono in mente i canguri ai margini delle strade, i barbecue in ogni casa, il fatto che la mattina vengo svegliata dai versi degli uccelli e non da una semplice sveglia, che per strada vedo solo ragazzi in divisa o in costume con la tavola da surf sotto il braccio, che è pieno di cartelli che ti esortano a prestare attenzione ad animali esotici e che nel lavandino l’acqua gira al contrario e così, finalmente, mi rendo conto di essere dall’altra parte del mondo: sono in Australia!” (Giulia)

“Ciao a tutti! Come hanno già detto i miei compagni d’avventura, siamo proprio in Australia, dall’altra parte del mondo, e si sta veramente bene! Qui è tutto molto diverso e prima di partire non mi sarei mai potuta immaginare tutte le cose meravigliose che si celano in questo luogo ai confini del mondo che sembra essere stato un po’ dimenticato. Che bello alzarsi la mattina con il canto degli uccelli, chi abita vicino al mare con le onde dell’oceano che si infrangono sulle bellissime e immense spiagge, assaporare la bellezza di questi momenti e poi fare colazione con le uova e il bacon e una tazza di tè con il latte! Un po’ di tempo per sistemarsi e poi tutti in spiaggia (sembra di essere in un telefilm!). Tutti a bordo di una bellissima macchina (possono guidare a 17 anni!) con la musica (rigorosamente House remixata con delle parole sopra). Giunti in spiaggia chi prende il sole, chi fa una passeggiata, chi fa il bagno, chi fa surf ( lo sport più bello del mondo! Quando si sta sulla tavola sembra di volareeee). Nel pomeriggio si mangia un gelato in compagnia e poi si torna in spiaggia per vedere il meraviglioso spettacolo del sole che tramonta all’orizzonte, solo il sole e il nulla, l’oceano infinito. Accendiamo un falò poi stiamo lì, finché ci va! Questa è la giornata tipo di un ragazzo australiano in vacanza. Non vi sembra un sogno? A me si! A parte questo, anche io mi trovo benissimo con la mia famiglia, mi hanno mostrato un sacco di cose bellissime e interessati e con loro parlo molto. Ho scoperto quanto si possa essere diversi e andare comunque d’accordo. Qui convivono veramente tutti insieme, nessuno guarda come sei vestito! I gruppi di ragazzi sono di età diverse, dai 15 ai 18 anni e stanno bene insieme senza nessun problema. Qui è veramente tutto più bello e se devo dire la verità (mamma non te la prendere) non ho nessuna voglia di tornare a Bologna, almeno non per ora! Sono davvero fortunata di essere qui!! E i koala sono dolcissimi! Ne voglio uno anche io! Ciao a tutti!”(Vittoria)

“Finalmente in Australia, dall’altra parte dell’emisfero, ed effettivamente non ci sono dubbi, si vede davvero!!! Mi sembra di essere arrivata nel paradiso: lo spazio è infinito, le case sono enormi, animali di ogni genere e colore vivono al nostro fianco senza alcun timore. Nella mia casa c’è un giardino meraviglioso con una piscina e un campo da tennis e l’altro giorno, mentre giocavamo, ci osservavano incuriositi 5 canguri!!! Per strada al posto dei gatti passeggiano i tacchini, al posto dei piccioni ci sono una quantità infinita di pappagalli, sugli alberi siamo persino riusciti a vedere un koala!! Il paesaggio è stupendo, ci lascia ogni volta senza parole e nonostante le temperatura non proprio caldissima, non riusciamo a trattenere la voglia di fare il bagno ogni volta che vediamo la stupenda acqua australiana. Oggi abbiamo addirittura provato a fare surf, e a essere sinceri ce la siamo cavati piuttosto bene!!! Le famiglie sono stupende, ospitalissime, la mia in particolare cerca sempre di darmi l’opportunità di fare qualcosa, così anche i pomeriggi sono molto piacevoli. Semplicemente andare al supermercato, guardare un film insieme, chiacchierare, ci dà la possibilità di mettere a confronto le nostre culture che sono effettivamente molto diverse. Anche il gruppo è fantastico… insomma qui tutto è meraviglioso, perfino la scuola e le fermate degli autobus!!! La scuola è piena di corsi e materie che in italia non possiamo nemmeno immaginare!!! Non c’è altro da dire, questa è un esperianza davvero irripetibile!” (Chiara)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *