Malta 4, Bugibba/Sliema 2007

Che ci raccontano i ragazzi partiti a Malta dal 15 luglio al 29 luglio 2007 ?

“Dopo mesi e mesi di attesa siamo finalmente arrivati a Malta! Fa molto caldo e il paesaggio ricorda molto i paesi arabi. Nonostante il ritardo dell’aereo siamo arrivati al “nostro” amato hotel il Qawra Palace, dove oramai siamo di casa essendoci state anche l’anno scorso.” (Giulia e Giulia)

“Siamo partiti da Bologna il 15 luglio e il volo è andato bene. Siamo a Malta da neppure 48 ore e nonostante ciò ci siamo accorti della bellezza del posto: lo splendido mare, già testato da un bel bagno, il sole e il caldo, l’architettura arabeggiante e i locali affollati. Purtroppo però il cibo non ci sembra all’altezza del posto, ma forse perché siamo abituati alla cucina italiana. Ci sono tutte le premesse perché questa diventi una fantastica vacanza e speriamo sia così.” (Claudio, Claudio, Gianmaria)

“In questa prima settimana a Malta non abbiamo avuto grandi occasioni per ascoltare la musica tradizionale maltese. Vero è che abbiamo avuto a malapena il tempo di ascoltare la “nostra” musica: di solito ne sentiamo un po’ in camera con gli Ipod oppure nei locali e nelle discoteche alla sera; ma si tratta pur sempre di musica internazionale. Ad esempio l’altra sera siamo andati all’Hard Rock Café dove c’erano chitarre e cimeli di artisti famosissimi, come Keith Richards o Eric Clapton, ma nessun strumento o gadget di artisti locali. Le uniche occasioni nelle quali abbiamo avuto di ascoltare musica maltese, o per lo meno, suonata da musicisti locali si sono verificate in tre momenti differenti: il primo è stato in autobus quando il conducente ha acceso la radio; poi quando siamo andati alla festa patronale di un villaggio e a un certo punto è passata la banda (quando la banda passò?); l’ultimo è stato a Gozo quando ci siamo fermati davanti al banchetto di un signore che faceva sentire musica fatta da lui. Infine l’inno nazionale: Malta ne avrà sicuramente uno e siamo curiosi di conoscerlo.” (Claudio, Claudio, Gianmaria)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *