Spagna – Malaga

Detta la porta della “Costa del Sol” e situata nella comunità autonoma dell’Andalusia, Malaga è la città ideale per un soggiorno di studio, grazie ad un perfetto mix tra cultura e opportunità di svago all’aria aperta.
Malaga, con circa 550.000 abitanti, è una città molto viva, con una storia antica e monumenti suggestivi che testimoniano la presenza in passato di diverse culture (tra cui Greci, Romani e Arabi).
Il corso intensivo di spagnolo è organizzato da una delle più importanti scuole di Malaga, l’Istituto Alhambra, che dal 1980 offre corsi per studenti da tutto il mondo.

Domenica 19 luglio
Stamattina ci siamo svegliate alle 10.30 e ci siamo rese conto che era il giorno della partenza: non volevamo tornare a casa!!!
Alle 14.20 ci siamo ritrovati al punto di incontro programmato e abbiamo preso il pullman che ci ha portati all’aeroporto di Malaga.
Alle 16.55 abbiamo preso l’aereo diretto a Francoforte e alle 8 siamo atterrati.
Dopo aver aspettato un’ora e mezzo l’aereo per Bologna, alle 23.30 siamo giunti a destinazione!
Diana

 

Venerdì 17 e sabato 18 luglio
Questi ultimi due giorni sono stati veramente impegnativi: tutti al sapore di mare!!
Ieri, venerdì 17, dopo aver finito il corso di spagnolo e aver ricevuto i nostri, meritati, attestati abbiamo salutato i nostri amatissimi insegnanti che non dimenticheremo mai, come Fran!
Il pomeriggio è stato libero e ci siamo rilassati alla Malagueta, la bella spiaggia vicino alla Plaza de Toros.
La sera ci siamo presi il primo e l’unico acquazzone nella storia di Malaga!
Invece, questa mattina siamo andati a Playa Bolonia e a Tarifa, due splendide spiagge all’estremo sud della Spagna nella Provincia di Cadice.
Abbiamo visitato i resti dell’antica città romana di Baelo Claudia, a pochi passi dalla spiaggia di dune di Bolonia!
Da Tarifa abbiamo poi potuto ammirare le coste dell’Africa!
Guardate le foto!
Ora, dopo una giornata tra le onde e la sabbia bianchissima, siamo tutti da raccogliere con il cucchiaino.
Arrivederci ciurma, alla prossima!!!
Letizia e Sofia

 

16 luglio

Oggi, giovedì 16 luglio, è stata una giornata particolare. Perché? Perché invece di quattro ore di scuola, abbiamo fatto solo le prime due prime ore di lezione poi gli insegnanti ci hanno dato 10 domande da sottoporre ai passanti “malaghegni” del barrio El Palo.
Nel pomeriggio ci siamo incontrati davanti alla Cattedrale di Malaga, nel centro città, chiamata la “Manquita” (perché una parte non è stata completata), per visitarla.
Dopo un’interessante visita della Cattedrale, abbiamo avuto tempo libero durante il quale alcuni di noi sono andati in spiaggia, alla “Malgueta”, mentre altri sono andati a vedere la “prosecion de la Virgen del Carmen” nel quartiere El Palo.
Durante la processione, la statua della Madonna viene trasportata da molte persone fino alla spiaggia e viene caricata su di un barca per farle fare un breve tragitto. Molto suggestivo!
Anna

15 luglio

Ciao a tutti! Oramai mancano, purtroppo, pochi giorni alla fine di questa vacanza a dir poco fantastica! Nella giornata di oggi, dopo le solite quattro ore di scuola, siamo andati a visitare la Plaza de Toros, nella quale si svolge la corrida, la festa tradizionale spagnola, che si tiene circa 30 volte l’anno.

Andreas, un insegnate della nostra scuola, ci ha dato alcune informazioni su questo tipo di evento e abbiamo assistito a parte dell’allenamento di alcuni giovani toreri.

Dopo questa visita siamo stati alla Malagueta, la spiaggia più bella di Malaga! La sera siamo usciti tutti insieme per passare un po’ di tempo nel lungo mare dove sono in corso i festeggiamenti per la Virgen del Carmen.

Così si è conclusa un’altra bella giornata, e con questo è tutto.

Ci si rivede a Bologna!
Armando

14 luglio

Oggi, dopo le quattro ore di lezione, e dopo un po’ di tempo per riposarci e mangiare, siamo andati a visitare il museo di arte contemporanea.
Ci siamo incontrati con tutto il gruppo e con la guida alle 16:45 in piazza della Marina, di fronte alla via principale del centro di Malaga e siamo andati tutti insieme. Il museo era molto interessante, e anche divertente per la stranezza di alcune delle opere. La visita è durata circa un’ora e un quarto, dopodiché ognuno è stato libero di andare a casa o a fare un bagno.
La sera, invece, siamo andati alla festa del “quartiere” dove si trovano la maggior parte delle nostre famiglie ospitanti. I festeggiamenti sono organizzati nell’ambito della processione della Virgen del Carmen, che si terrà giovedì, un avvenimento molto importante per le persone del posto!
C’era il luna park e molti chioschetti dove poter mangiare.
È stata una giornata molto divertente!
Elena

13 luglio
Stamattina siamo stati a scuola, per apprendere nozioni nuove e per imparare lo spagnolo, alle volte anche divertendoci molto. Dopo un rinfrescante bagno in piscina e un tipico pranzo “maleghense” siamo stati in spiaggia.
Verso le 18 abbiamo iniziato le attività ludico-sportive, che comprendevano una fugace partita a calcio, e un a dir poco emozionante match di beach volley, il quale si è concluso, nonostante l’impegno dimostrato e il sacrificio della nostra squadra, in una amara sconfitta! Per non togliervi troppo del vostro tempo, cari amici ascoltatori, desidero congedarmi e lasciarvi alle vostre attività quotidiane. Arrivederci.
Jona

12 luglio

Stamattina ci siamo ritrovati alle ore 9:30 per prendere il pullman che ci avrebbe portato a Mijas, dove abbiamo fatto un tour della città bianca, particolare per il servizio di “burros taxi” che permette di visitare la città su un asino.
Successivamente ci siamo recati a Porto Banús, e abbiamo visto la parte più lussuosa di Marbella, piena di auto sportive e yacht.
Dopo pranzo abbiamo avuto un po’ di tempo libero, nel quale siamo andati alla spiaggia di Marbella per prendere il sole e fare un bagno.
Alcuni di noi hanno deciso di  noleggiare tavola e pagaia e hanno passato un po’ di tempo in acqua.
Verso sera siamo tornati a casa. Ci siamo divertiti molto, è stata proprio una bella gita!
Marcello

11 luglio
Oggi siamo andati a visitare Granada.
Siamo partiti alle 10 del mattino e siamo arrivati pressoché due ore dopo. Arrivati a Granada abbiamo girato per le stradine dell’antico quartiere arabo dell’Albaycin, dal quale si ha un’ottima vista sul complesso dell’Alhambra.
Arrivati in centro abbiamo fatto un breve tour accompagnato dalle preziose informazioni dei nostri accompagnatori per poi arrivare ai negozi stracolmi di articoli del mercato di articoli artigianali, molto arabeggiante! Dopo un meritato “riposo” e un po’ di tempo libero, abbiamo ripreso a camminare e siamo andati alla Capilla real, dove si trovano le tombe dei re cattolici Fernando e Isabel.
Finita la visita ci incamminiamo verso la famosissima Alhambra, il luogo più visitato in Spagna! Il complesso è molto grande composto da Alhambra, Alcazaba e Generalife.
Non ci siamo fatti sfuggire niente e abbiamo fatto un sacco di foto!
Arriviamo a casa e manca un quarto d’ora alle 22…. siamo definitivamente stanchi.
Erica

10 luglio
Ieri, come tutte le mattine, siamo andati a scuola e al pomeriggio ci siamo ritrovati verso le 17 alla Plaza de Toros per poi andare tutti insieme al Museo del Patrimonio de Malaga in cui una guida molto simpatica ci ha raccontato la storia della città, dalla Fondazione da parte dei Fenici alla Reconquista dei re cattolici, Fernando e Isabel, sugli arabi. Attraverso foto, quadri, video e giochi interattivi, abbiamo ripercorso la storia di questa antica città oggi importante centro culturale.
Chiara


9 luglio

Oggi dopo le solite quattro ore di lezione abbiamo avuto lezione di flamenco. È il ballo tipico della Andalusia è molto tecnico e rapido quindi molto difficile da eseguire.
Si poteva inoltre decidere se indossare o meno il vestito con il quale si balla il flamenco. Essendo un ballo molto rapido ci si stanca molto velocemente e si fa molta fatica. Dopo pranzo alle 17 abbiamo visitato il museo Picasso situato nel centro di Malaga. Lì abbiamo potuto ammirare con interesse le opere più note di Picasso e di Louise Bourgeois (La scultura del ragno: Maman).
Luca

8 luglio

Oggi, dopo le lezioni, alcuni di noi hanno fatto una gita su un catamarano.
All’andata ci siamo seduti sul bordo della barca per goderci il vento mentre prendevamo il sole. Arrivati a largo ci siamo tuffati per rinfrescarci un po’. L’acqua era bellissima, di un blu profondo.
La sera ci siamo riuniti a scuola per provare la vera paella spagnola, preparata da Lorenzo (il nostro organizzatore).
Era davvero buona e invitante, o come direbbero qua “muy rica”.
Al termine della cena abbiamo assistito a un assaggio di musica e ballo flamenco!
Greta

Altre foto e il racconto della giornata del 7 luglio
Il terzo giorno a Malaga comincia naturalmente con la scuola. Sono quattro ore di lezione e conversazione in lingua in classi suddivise per livello, che comunque passano piuttosto in fretta.
Ognuno quindi torna a casa propria per mangiare, poi ci siamo organizzati per uscire insieme il pomeriggio prima di andare alla visita alla rocca della città. Un piccolo inconveniente è costituito dagli orari spagnoli: la visita in centro cominciava alle 5.30 e prima volevamo incontrarci tutti assieme, ma la mia famiglia ospitante prima delle 2.30 non mangia e a tavola chiacchiera molto, fatto sta che il tempo libero nel pomeriggio cala parecchio.
Ci siamo quindi trovati davanti alla rocca il cui nome ufficiale è “Alcazaba“: si tratta di una fortificazione araba dell‘undicesimo  secolo, costruita su di un‘altura nel centro della città. La visita è stata molto interessante perché la fortezza è di dimensioni notevoli e soprattutto è ancora in ottimo stato. Dopodiché ognuno è stato libero di tornare dalle proprie famiglie.
Andrea

Altre foto da Malaga e un altro diario di viaggio!

6 luglio

Oggi abbiamo incominciato la giornata con il test d’ingresso per poi essere divisi in classi e iniziare la prima lezione del corso. Siamo stati divisi in diverse classi con studenti di altri paesi.
Nell’attesa del controllo dei test, un ragazzo della scuola ci ha accompagnato per un breve tour del quartiere lungo la spiaggia.

Dopo pranzo ci siamo un po’ rilassati per poi partire per la visita guidata del centro di Málaga. Abbiamo visto i principali punti di interesse come la casa natale di Picasso e la Calle Lario.
Alla fine della bella visita guidata abbiamo avuto una pausa shopping per approfittare dei saldi di questo periodo.

Luna

Le prime foto di Malaga e il primo diario!

Oggi, domenica 5 luglio, siamo arrivati all’aeroporto di Malaga dopo un viaggio regolare e senza intoppi.

All’uscita ci aspettava Lorenzo della scuola di lingua che, durante il tragitto in pullman verso la scuola, ci ha dato alcune informazioni su Malaga e la sua storia.

Alla scuola ci attendevano le nostre famiglie che ci hanno portato a casa con loro.

Queste famiglie ospitano anche altri studenti stranieri che sono a Malaga per studiare lo spagnolo e conoscere la cultura del luogo, proprio come noi.

Dopo cena la famiglia ci ha dato l’opportunità di uscire con gli altri studenti ospitati assieme a noi.

A presto

Matthew

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *