“Lycée Marseilleveyre”, Marsiglia, Francia 2006

Un diario di bordo molto esplicativo e divertente che riassume lo spirito dello scambio tra il liceo marsigliese e il liceo bolognese…

Tutto iniziò il giorno 5 marzo in via Felsina 40 alle ore 17.30. Ben 40 giovani marsigliesi, stanchi e provati dal lungo viaggio, ma, pieni di belle speranze, scesero dal pullman…Non c’era nessuno ad accoglierli…Infatti i ragazzi di 2 H e 3 M,comparvero solo alle ore 18.

Superato il primo, timido, impatto tra sconosciuti, a partire dal giorno successivo abbiamo dato inizio a una settimana densa di impegni, appuntamenti e interessanti iniziative, come: serate al bowling, passeggiate ai Giardini Margherita e in centro città, megapizzate, etc…Scherzi a parte, le attività organizzate per gli ospiti francesi sono state molto varie (visite guidate, lezioni di italiano, gita a Venezia) mentre noi, poveri studenti di 2 H e 3 M seguivamo le nostre, solite, NOIOSISSIME, lezioni.

Tre sono state le occasioni nelle quali francesi e italiani hanno condiviso le stesse attività: un mega buffet a base di crescentine (34 kg!!!), salumi e nutella, alla “Casa del Gufo”, un incontro con il prof. Sofri, Presidente del Consiglio Comunale nella Sala del Consiglio (eravamo quasi tutti in giacca e cravatta, e i prof ci hanno detto che eravamo bellissimi), e, infine, il venerdì 10 abbiamo celebrato il Printemps de l’Europe 2006, discutendo di banlieues e integrazione, con ricercatori dell’Università di Bologna.

E venne il giorno degli addii, anzi degli arrivederci…Qualcuno tentò di nascondersi sul pullman e partire per Marsiglia, ma, ahimè, fu pescato in flagrante dal professore francese.

Alcuni consumarono pacchetti di fazzoletti, altri ancora riempirono intere rubriche di indirizzi, ma ciò che è certo è che nessuno voleva vederli partire. Stiamo già contando i giorni che mancano al 3 di maggio, quando finalmente potremo rivederci”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *