Cosa sono?

Soggiorni di studio all'estero e scambi internazionali

Gli obiettivi


"Viaggiare serviva e serve a guardare il mondo esterno, presente e passato, ma anche a guardare sé stessi, a interrogarsi sul mondo, sugli uomini, sul destino di ognuno. Viaggiare per 'filosofare', cioè per gusto del sapere e del capire, che (insieme all'amare) sono parte essenziale della vita'". (Giacomo Corna Pellegrini, già Direttore dell'Istituto di Geografia Umana dell'Università Statale di Milano)

  • contribuire all'ampliamento degli orizzonti culturali
  • sviluppare la capacità di adattamento, di comprensione e di valorizzazione delle diversità sociali ed ambientali, quali premesse per l'affermarsi di una cultura della pace
  • favorire le capacità relazionali e potenziare la socializzazione
  • migliorare l'apprendimento linguistico
  • offrire all'estero un'immagine adeguata della nostra cultura.

I soggiorni

I soggiorni di studio prevedono:

  • la frequenza a un corso di lingua
  • un programma di attività culturali e ricreative di gruppo
  • la sistemazione può essere presso famiglie selezionate nel distretto della località sede del corso,  in residenze studentesche o in alberghi.

Gli scambi

“L'atteggiamento giusto per sfruttare al massimo una simile vacanza? Spogliarsi dei panni del giudice nazionalista ipercritico per diventare un osservatore curioso, rispettoso, ma soprattutto affrontare ogni cosa, anche la nostalgia di casa, le naturali difficoltà di adattamento, con ottimismo e spirito di avventura, strumenti indispensabili per conquistare il mondo e 'to have fun'.” (Marina, una studentessa di un precedente scambio)

Sono esperienze che costituiscono una grande opportunità di immersione totale nella vita, nella cultura, nelle abitudini del paese ospitante, sono particolarmente indicate per coloro che, possedendo già una buona conoscenza linguistica, vogliono migliorare la capacità di conversazione.
Un programma di attività, predisposto dai nostri referenti, offre al gruppo l'occasione di andare alla scoperta della nuova realtà che lo accoglie, ma l'aspetto più significativo è la reciproca ospitalità in famiglia, della quale il giovane diventa parte integrante.

Chi può partecipare

Le nostre iniziative sono rivolte a tutti i giovani residenti a Bologna e nella Città Metropolitana di Bologna (ex Provincia), della fascia d'età indicata in ogni proposta di soggiorno. 
Requisito indispensabile è la disponibilità a vivere, con spirito di collaborazione, un'esperienza di gruppo nel rispetto degli altri, così come delle abitudini e dei costumi dei paesi ospitanti.

Per la partecipazione agli SCAMBI GIOVANILI CON RECIPROCA OSPITALITÀ IN FAMIGLIA è opportuno che i giovani abbiano preso parte a una delle seguenti esperienze:

- un soggiorno di studio/scambio con sistemazione in famiglia, organizzato dall'ufficio Servizi per i giovani - Scambi e soggiorni all'estero del Comune di Bologna, cui viene data priorità in caso di esubero di richieste;
- uno scambio/soggiorno di studio, sempre con sistemazione in famiglia, documentato dall'istituto organizzatore e in questo caso ai giovani verrà richiesta una presentazione sottoscritta dalla scuola frequentata;

Riteniamo doveroso sottolineare che, considerata la peculiarità dell'esperienza, potrebbe rendersi problematica l'individuazione di famiglie disponibili ad ospitare giovani con seri problemi alimentari e/o con fobie per animali.
Precisiamo inoltre che gli abbinamenti vengono effettuati dall'organizzazione ospitante e, dato che non sempre le famiglie dispongono di una camera per l'ospite, in genere l'orientamento è quello di abbinare giovani dello stesso sesso.
Sempre in riferimento alla peculiarità dell'esperienza, ci si riserva di valutare l'ammissione allo scambio di studenti segnalati all'ufficio per comportamenti scorretti durante precedenti soggiorni effettuati.

Come si svolgono

Prima della partenza

Per ogni soggiorno sono previste due distinte riunioni preparatorie una per i giovani, l'altra per le loro famiglie, alle quali partecipano gli accompagnatori.

Per gli scambi sono previste una serie di riunioni preparatorie in cui verranno illustrate le caratteristiche culturali e sociali del contesto che ospiterà i ragazzi, per prepararli al ruolo di ambasciatori della nostra cultura.

La partecipazione alle riunioni, rivelatasi nel tempo un elemento basilare per la buona riuscita delle esperienze, deve ritenersi obbligatoria, consapevoli che la qualità delle iniziative dipende anche dal coinvolgimento e dalla partecipazione attiva di giovani e famiglie.

Durante il soggiorno

Nei soggiorni di studio, previsti con sistemazione in famiglia e in residenza, generalmente metà giornata è impegnata nel corso di lingua, l'altra metà in attività ricreative e culturali di gruppo.

Sistemazioni in famiglia

Di norma, salvo situazioni programmate, le serate ed i fine settimana si trascorrono con le famiglie ospitanti.
In famiglia è importante che il giovane cerchi di stabilire un rapporto improntato alla massima correttezza, cordialità e comprensione, rispetti le abitudini (anche quelle alimentari che raramente coincidono con quelle bolognesi) e cerchi di trascorrere il maggior tempo possibile in famiglia: tutto ciò contribuirà a rendere il soggiorno più significativo e soddisfacente.
È necessario che coloro che hanno seri problemi alimentari (per es. chi deve seguire una dieta strettamente gluten free) si confrontino con l'ufficio prima dell'iscrizione o comunque prima di procedere alla conferma dell'iscrizione in quanto il numero di famiglie in grado di garantire le dovute attenzioni è limitato, soprattutto nei piccoli centri.

Sistemazione in residenza

È indispensabile attenersi scrupolosamente ai regolamenti, in particolare rispettare le ore del silenzio.

Negli scambi 

"La famiglia è sicuramente l'aspetto più interessante di questa nostra esperienza e nel descriverla partirei con la mia prima impressione. Appena arrivato in aeroporto ci siamo trovati di fronte decine di persone che con tanto di cartelloni di benvenuto erano pronte ad accoglierci. Per me c'erano Tihan e la madre. Davanti a casa c'era il resto della famiglia a bere e scherzare insieme a colleghi. L'accoglienza è stata fantastica e ciò che mi ha fatto piacere è vivere in una famiglia allargata e piena di vita; ogni giorno ci vengono presentati nuovi "amici"che sono oramai una parte della famiglia." (Alcune considerazioni di Federica dalla sua esperienza australiana)

Si condividono le attività con la famiglia e si partecipa ad un programma di iniziative con l'intero gruppo. Nella fase di accoglienza a Bologna la famiglia è impegnata a contraccambiare l'ospitalità ricevuta e a garantire un'adeguata disponibilità di tempo nei confronti dell'ospite.

Al ritorno

Sono previsti momenti d'incontro per la selezione del materiale fotografico, la produzione di audiovisivi e una giornata di ritrovo, ovvero la ''Festa'' di tutti i partecipanti'.

Chi accompagna

Per ogni gruppo di 10/15 studenti è previsto un accompagnatore, selezionato fra docenti/animatori qualificati, motivati all'esperienza di gruppo e con buona conoscenza linguistica del paese ospitante.
L'obiettivo è di offrire ai giovani un sicuro e costante punto di riferimento. Se i giovani terranno conto delle indicazioni degli accompagnatori, troveranno appoggio e aiuto per ogni problema che si dovesse presentare.

Coprogettazione

Gli scambi e i soggiorni sono realizzati in coprogettazione con l'Associazione Yoda a seguito di selezione da avviso pubblico.

Informazioni

Comune di Bologna
Servizi per i giovani - Scambi e soggiorni all'estero
Piazza Maggiore 6 - 40124 Bologna (Palazzo d'Accursio, piano terra)
tel. 051 219 4637 - 051 219 4667 - 051 219 4659
fax. 051 7095086
da lunedì a venerdì, dalle ore 9 alle ore 13
martedì e giovedì anche dalle ore 15 alle ore 17
giramondo@comune.bologna.it
www.flashgiovani.it/giramondo

Scambi scolastici
Francia

Lycée Notre Dame, Le Mans


Il Lycée Notre Dame di Le Mans è alla ricerca di una scuola bolognese per avviare uno scambio scolastico da realizzare tra marzo e aprile del 2016. Lingua di mediazione: italiano e francese. Età: 15 anni. Numero studenti: 20/25 circa.
Scambi scolastici
Germania

Georg-Mendheim-Oberstufenzentrum, Oranienbug


Il Georg-Mendheim-Oberstufenzentrum di Oranienburg è alla ricerca di un liceo economico, istituto tecnico economico (ragioneria) o di una scuola professionale per impiegati pubblici bolognese per avviare uno scambio scolastico da realizzare nella primavera-autunno del 2016. Lingua di mediazione: inglese e tedesco. Età: 16-20. Numero studenti: 15 massimo.
Scambi scolastici

Liceo Laura Bassi, Bologna


Il Liceo Laura Bassi di Bologna è alla ricerca di un liceo linguistico per avviare uno scambio scolastico da realizzare nel periodo che verrà ritenuto più conveniente assieme alla scuola partner. Lingua di mediazione: italiano e tedesco.
Mostra altri luoghi